Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Fiera agricola: online il programma completo

Al via da domani, 21 aprile, la 12° edizione della manifestazione con una nuova location in vista della Reggia di Caserta e tanti appuntamenti per il mondo agricolo della Campania fino a martedì 25 aprile
fiera-agricola-2017-caserta-programma.jpg

Caserta, 21-25 aprile 2017

Convegni e approfondimenti, macchinari agricoli, zootecnica, energie rinnovabili ed enogastronomia saranno al centro della dodicesima edizione di Fiera agricola in programma dal 21 al 25 aprile prossimi in viale Carlo III, Z. I. San Marco Evangelista a Caserta Sud10mila metri quadrati di spazi coperti20mila metri scoperti saranno a disposizione dei visitatori che potranno trovare subito i settori d’interesse e di ottimizzare gli incontri di business grazie alla ripartizione espositiva secondo aree tematiche.
 
Fiera agricola lo scorso anno ha visto la partecipazione di oltre 45mila visitatori, collocandosi così tra le manifestazioni più quotate del panorama espositivo di settore al Centro Sud. Per il terzo anno consecutivo la manifestazione è iscritta all'albo delle principali fiere internazionali, un riconoscimento che premia la qualità degli espositori presenti.

La filiera bufalina, i prodotti tipici come la Melannurca Igp e le fitopatie saranno al centro di momenti di approfondimento, così come le innovazioni colturali, con la riscoperta della canapa da fibra.
 
Spazio confermato per l’Associazione nazionale allevatori della specie bufalina, che con AraCAia e il supporto dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania organizzano la Mostra nazionale della Bufala mediterranea italiana e la 7° Asta nazionale. Torna anche il concorso fotografico PhotoBuba-5° edizione, organizzato dalla “Compagnia degli Annutoli”, l’associazione dei giovani appassionati alla bufala.
 

Il programma

Venerdì 21 aprile
L'apertura della manifestazione è prevista il 21 aprile alle 9.30, alle 11.00 avrà inizio l’esposizione dei capi bufalini, con la presentazione della razza Mediterranea italiana al pubblico e alle scolaresche. Alle 11.30 si terrà la cerimonia inaugurale, sarà presente il consigliere per l’agricoltura del presidente De Luca, Franco Alfieri.
Sempre il 21 aprile, ore 16.00 seguirà il convegno "La filiera bufalina campana Dop, i dati produttivi definitivi sul 2016 e le prospettive per il futuro” organizzato in collaborazione con il Consorzio per la tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop; le conclusioni saranno affidate al professor Luigi Zicarelli che interverrà sulle prospettive del co-marketing  tra il prodotto tipico e i beni culturali, a partire dalla Reggia di Caserta, nuova sede del Consorzio tutela.

Sabato 22 aprile
Il 22 aprile, ore 10.30, appuntamento con il convegno: “Melannurca Campana Igp, le modifiche al disciplinare di produzione: opportunità e vantaggi”. Un incontro di servizio in favore dei melicoltori che hanno investito nella Melannurca Campana Igp: il disciplinare è cambiato e consente di avere impianti più produttivi. Le modifiche prevedono che possa aversi un sesto d’impianto più ridotto, quindi più alberi per ettaro, e una resa dei meleti ammessa più elevata. Gli interventi verteranno su come concretizzare le opportunità che derivano dalle modifiche. Parleranno: Giuseppe Giaccio, presidente del Consorzio di tutela Melannurca Campana Igp, introduce il tema novità del disciplinare, il professor Marcello Forlani del dipartimento di Agraria di Portici, Università degli Studi Federico II di Napoli, estensore delle modifiche, che motiverà le scelte fatte con le nuove modifiche al disciplinare, Vincenzo De Micco, libero professionista, che illustrerà come infittire un meleto già esistente lavorando sui sesti di impianto a norma del vecchio disciplinare e minimizzando i costi, ovvero come programmare la piantumazione di un meleto ex novo con le norme del nuovo. Non mancherà un momento di riflessione sulla difesa del meleto e il mantenimento delle mele di Giuseppe Simioli. Conclusioni affidate al presidente della Coldiretti Caserta, Tommaso De Simone.

Sabato 22 aprile alle 17.30 seguirà il convegno  “Un futuro in fibra di canapa”. In Campania nel 2016 sono stati messi a coltura, secondo l’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, circa 150 ettari di terreno, con un orientamento prevalente di utilizzo food della Cannabis sativa. In Campania con le modifiche al Programma di sviluppo rurale 2014-2020 la filiera della canapa diventa prioritaria e gli imprenditori coinvolti si stanno organizzando per aumentare la produzione, e costruire una filiera nella tradizione area di business no-food, vocata soprattutto alla produzione di fibra tessile. Tutto questo perché la canapa, intesa come filiera agroalimentare, non è oggetto delle politiche comunitarie, in quanto coltura esclusa dall’Allegato 1 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, previsto dall’articolo 38 del Tfue. Ne discuteranno, tra gli altri, Raffaella Pergamo, ricercatrice del Crea Colture industriali di Caserta, Franco d’Amore, esperto della Coldiretti di Caserta, Gennaro Fabbrocini imprenditore, Boccia Tessitura, Valentina Capone, imprenditrice, Coop. Canapa.

Domenica 23 aprile
Il 23 aprile si terrà la 10° Mostra nazionale della Bufala mediterranea italiana, alle 11.00 è in programma la degustazione guidata “I vini e formaggi nella cultura del Sannio beneventano” a cura di ColdirettiApicoltura & Zafferano Clesia curerà il convegno delle 16.00 "Dalla coltivazione alla degustazione. Lo zafferano: sai riconoscerlo?". Alle 18.00 preparativi e sorteggio pubblico per i lotti inerenti alla 7° Asta nazionale.

Lunedì 24 aprile
Il 24 aprile 2017 alle 15.30 si terrà il convegno su “Fitopatie delle drupacee e cancro del kiwi, novità e aggiornamenti per i territori delle province di Caserta e Napoli”. L’incontro è stato sviluppato in tandem con l’Osservatorio fitopatologico della Regione Campania e il Crea di Caserta. Un vero e proprio momento di informazione di servizio sullo stato dell’arte delle principali fitopatie delle drupacee e con l’inserimento di un capitolo a parte sull’emergenza Psa che interessa il kiwi. Per il Psa, o cancro del kiwi, sono previste due relazioni, a cura di Luigi Zampella e Francesco Mastrobuoni del Crea Frutticoltura-Caserta. Per la sezione Drupacee, relazioni di Vincenzo Orologiaio, Osservatorio fitopatologico Campania-Caserta, che interverrà su “Aromia bungii” e “Sharka”.

Martedì 25 aprile
Il 25 aprile alle 10.30 si parlerà infine di “Filiera latte-criticità e prospettive di sviluppo: quali strumenti finanziari?” seminario tecnico organizzato da Fiera Agricola in partnership con AgroCepi e General Contract.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 18 maggio a 132.253 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy