Lazio, i contributi per i riproduttori zootecnici

Pubblicato il programma triennale di contributi per l'acquisto di maschi da riproduzione valido fino al 2023 con una disponibilità totale di 255mila euro

toro-limousine-bovini-da-carne-zootecnia-by-tartopom-adobe-stock-747x500.jpeg

Un toro di razza Limousine, una delle razze ammesse ai contributi per i capi riproduttori
Fonte foto: © Tartopom - Adobe Stock

Il Lazio ha approvato il piano triennale di aiuti per l'acquisto dei capi zootecnici da riproduzione, stanziando un totale di 255mila euro da qui al 2023.

Il piano triennale è previsto dall'articolo 12 della legge regionale 1/2009 e ha l'obiettivo di sostenere le aziende zootecniche del Lazio nell'uso di riproduttori selezionati nell'ottica sia del miglioramento genetico e dell'aumento della redditività, sia per la conservazione delle razze autoctone e per l'attuazione di piani di risanamento per specifiche malattie e problematiche veterinarie.

Possono beneficiare di questi contributi tutte le aziende zootecniche del Lazio che allevano bovini, bufale, capre, pecore, cavalli, asini o maiali iscritte alla Banca dati nazionale dell'anagrafe zootecnica e iscritte al libro genealogico della razza di interesse.

Il programma prevede:
  • 105mila euro per il 2021;
  • 75mila euro per il 2022;
  • 75mila euro per il 2023.
Questi soldi serviranno a finanziare al 60% l'acquisto di riproduttori maschi, iscritti al libro genealogico della loro razza, ed esenti da tutte le malattie e soggetti a profilassi obbligatoria e da malattie infettive legate alla riproduzione.

Gli allevatori che beneficeranno dei contributi avranno poi l'obbligo di mantenere per almeno tre anni il capo acquistato in azienda.

Nello specifico le razze che sono ammesse per questi contributi sono:
  • bovini da carne: Chianina, Marchigiana, Maremmana, Romagnola, Podolica, Limousine, Charolaise, Piemontese;
  • bovini da latte: Frisona, Bruna Alpina e Pezzata Rossa;
  • bufalini: Bufala mediterranea;
  • caprini: Saanen, Maltese e Sarda, capra Monticellana, Capestrina e Grigia Ciociara;
  • ovini: Sarda, Comisana, Massese, Assaf, Lacaune, pecora Sopravissana;
  • equini: Cavallo Maremmano, Tpr, Pony Esperia, Lipizzano, Tolfetano e Romano, cavallo del Cicolano;
  • asinini: Amiatino, Viterbese, Martina Franca e Ragusano;
  • suini: Casertano, Nero Reatino e Nero dei Monti Lepini.
Per maggiori dettagli si rimanda al testo integrale del programma triennale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.102 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner