Con Tecnozoo sulle rive del Danubio

Nelle scorse settimane un gruppo di allevatori italiani hanno visitato, accompagnati dai tecnici dell'azienda veneta, tre grandi allevamenti ungheresi a elevate performance. Per avere la conferma di come certi risultati siano il frutto di scelte precise

Allevatori Top di Allevatori Top

Info aziende
gruppo-tecnozoo-in-visita-alla-azienda-beke-feb-2019-allevatori-top.jpg

Il Gruppo in visita all'azienda Beke. Dodici gli allevamenti italiani presenti al tour: da Verona Brunelli Sandro, Carlo e Franco, i fratelli Nordera e Roccia Simone; da Udine Cecutti Stefano e Silvano; da Padova Zilio Benedetto e Vittorio; da Caserta i fratelli Mirra, Pasquariello Angelo, l'azienda Cerase della famiglia Cutillo e Pignataro Carni; da Roma Giraldi Cesino e Salvucci Marco; da Catanzaro la Cooperativa agricola Lenti

Una bella storia di crescita, quella della Tecnozoo di Piombino Dese nell'Europa dell'Est. Una storia iniziata quindici anni fa con un piccolo, agguerrito team dell'azienda veneta - costituita dall'area manager Giuliano Rossetto e dai due veterinari Massimo Malupini e Massimo Leonardi - che si lancia "alla conquista" delle campagne danubiane, e in particolare degli allevamenti da latte e da carne di Slovacchia, Romania e Ungheria. E dopo la chiamata alle armi di altri tecnici aziendali, tra cui Pierantonio Boldrin, ecco dieci anni fa l'ingresso in squadra di un selezionato gruppo di tecnici e agenti locali: Roman Petrikovic  in Slovacchia, Marian Anghelescu in Romania e il duo formato da Tunde Kiss e dall'italianissimo Nicola Penzo in Ungheria.

Scarica la rivista Allevatori Top

Infine, due anni fa, l'ultimo atto della campagna-acquisti: scende in campo anche il nutrizionista Cristiano Ossensi per fare in modo che i nuovi clienti dell'Est potessero essere seguiti in modo completo, anche dal punto di vista gestionale e nutrizionale sulla transizione.


Tre grandi realtà

Ed è proprio per fare conoscere la realtà ungherese a un gruppo di imprenditori zootecnici italiani (dodici gli allevamenti rappresentati, ventidue persone in tutto), che lo stesso team "Europa dell'Est" di Tecnozoo ha organizzato un viaggio di tre giorni nell'area intorno a Budapest. Nel mirino tre mega-aziende, produttrici di latte alimentare: Beke (1.750 vacche in mungitura), Geo Friz (805 vacche in lattazione al momento della visita) e Hunland Dairy (1.150 capi in mungitura).

La Hunland Dairy Ltd è di proprietà di Jos Janssen, amministratore delegato del Gruppo Hunland
La Hunland Dairy Ltd è di proprietà di Jos Janssen, amministratore delegato del Gruppo Hunland

"L'azienda Beke Hajduböszörmény - ci riferisce Giuliano Rossetto - è di proprietà di un gruppo di soci, e potendo contare su una superficie agricola molto estesa, di 3.200 ettari, oltre alle vacche da latte si dedica anche all'allevamento suino e alla produzione di biogas. Per quanto riguarda il comparto latte, l'azienda è nostra cliente da otto anni visto che è dal 2011 che utilizza i nostri prodotti finalizzati al miglioramento della fertilità: Fertyl plus, Calcium fast bolo e Ferm starter bolo. Evidentemente i risultati ottenuti nel tempo hanno soddisfatto il management aziendale, perché da alcune settimane a questa parte Beke è diventata nostra cliente anche per Close Up HA, e quindi per la gestione della transizione".

La Geo Friz munge 800 vacche ed è stata tra le prime aziende ungheresi ad essere cliente Tecnozoo
La Geo Friz munge 800 vacche ed è stata tra le prime aziende ungheresi ad essere cliente Tecnozoo

Una dinamica speculare a quella che si sta verificando in un'altra azienda visitata dal gruppo di allevatori italiani, la Geo Friz Kft.
"Anche in questo caso - ci informa Nicola Penzo - si tratta di un'azienda molto estesa, di mille ettari di superficie, e di un allevamento molto performante, che nel dicembre del 2018 ha avuto una media produttiva di 41,5 litri di latte per vacca al giorno. Il proprietario è un italiano, Wilmuth Huber, che dalla provincia di Bolzano si è trasferito quassù una ventina d'anni fa, ed è stato tra i primi clienti ungheresi di Tecnozoo. Wilmuth ha cominciato con l'impiego dei nostri prodotti per la transizione, ovvero con il già citato Close Up HA, e visti gli ottimi risultati conseguiti, a partire dallo scorso febbraio è diventato nostro cliente anche per altri prodotti come Milk SKG. Al punto che oggi possiamo dire che alla Geo Friz siamo presenti in qualsiasi fase del ciclo produttivo, e anche con Energy Raising, volto a migliorare le performance e lo stato di salute delle vacche fresche".

Da sinistra: Zoltan Guti, Nicola Penzo, il ceo del Gruppo Hunland Jos Janssen, Giuliano Rossetto, Marco Vanzetto e Otto Foldi
Da sinistra: Zoltan Guti, Nicola Penzo, il ceo del Gruppo Hunland Jos Janssen, Giuliano Rossetto, Marco Vanzetto e Otto Foldi


Colosso zootecnico

Ma tra le realtà incluse nel tour, quella forse più impressionante per dimensioni e prestazioni è la Hunland Dairy Ltd. Il suo titolare, Jos Janssen, è anche amministratore delegato del Gruppo Hunland, una delle più importanti realtà europee nel campo del commercio di bestiame e carni. E per quanto riguarda il solo allevamento della vacca da latte, Janssen è alla guida di tre grandi aziende, di cui due in Ungheria e una in Grecia.
"Insieme al gruppo di allevatori italiani - ci spiega Cristiano Ossensi - abbiamo visitato l'azienda dove attualmente vengono munte 1.150 vacche, ma dove a breve, dopo l'ultimo rinnovamento strutturale, ne verranno munte 1.800. Un'azienda in cui oltre alle lattifere ci sono anche i bovini all'ingrasso".

Naturalmente anche alla Hunland Dairy Ltd i prodotti Tecnozoo vanno forte, a cominciare proprio da quelli per la transizione: "Nel gruppo di preparto - sintetizza Cristiano - viene applicata la nostra dieta a DCAD parziale e il nostro Close-Up HA, mentre nelle pluripare in post-parto vengono somministrati i nostri boli di calcio. E poi c'è Agecon 4, l'acidificante, che viene inserito praticamente in tutte le razioni".
E non è finita qui: "Gli ottimi risultati ottenuti sulle vacche - conclude infatti Cristiano - ci hanno aperto le porte anche del reparto di ingrasso, dove, con la collaborazione di Massimo Leonardi, vengono utilizzati Agecon 4, il nostro complesso detossificante Hepatos e Normoterm Fluid, la nostra aspirina vegetale".

A Piombino Dese la soddisfazione è palpabile: la pacifica opera di espansione a Est prosegue inesorabile.


Scarica la rivista Allevatori Top
 
a cura della redazione - Foto Tecnozoo Srl

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Allevatori Top

Autore:

Tag: allevamento latte bovini zootecnia

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 185.411 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner