Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Umbria, aperto il bando per gli aiuti all'apicoltura

Previsti contributi per associazioni e aziende per la comunicazione, l'acquisto di attrezzature e anche per l'acquisto di sciami e api regine purché di razza ligustica certificata. All'interno il bando completo

api-apicoltura-apicoltore-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Apicoltura, l'Umbria apre il bando per gli aiuti al settore
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

La regione ha aperto il bando per richiedere gli aiuti per i settore apistico previsti dal piano nazionale 2017 - 2019 per l'annata del 2018.

Gli aiuti sono concessi alle aziende apistiche di tutto il territorio regionale per la realizzazione di interventi destinati a migliorare le condizioni di produzione e commercializzazione del miele attraverso la riduzione dei costi di produzione, l'ottimizzazione della lotta alle avversità dell'alveare e l'incremento del livello professionale degli apicoltori.

Il bando prevede contributi rivolti alle associazioni apistiche e alle cooperative di produttori e altri contributi rivolti alle aziende.

Per i contributi alle associazioni e alla cooperative di produttori sono previsti 10mila euro totali per le attività di comunicazione, come la pubblicazione di opuscoli, materiale informativo siti internet e agevolazioni per l'abbonamento a riviste di settore, con un rimborso del 90% della spesa sostenuta.

Per aziende e cooperative con più di 50 alveari denunciati nella banca dati nazionale, sono stati stanziati 35mila euro per l'acquisto di attrezzature per la lavorazione del miele, con il 50% di finanziamento a fondo perduto, e di 56mila euro, rimborsabili al 60% per l'acquisto di arnie con fondo antivarroa o dotate di sistema per il trattamento termico.

Per le aziende con più di 100 alveari che pratichino il nomadismo sono stati stanziati 8.209 euro per l'acquisto di attrezzature come gru o sponde idrauliche per facilitare l'attività di spostamento degli alveari, finanziabili al 50%.

Sono previsti anche 14.591 euro di contributi per l'acquisto di sciami (massimo 10 ad apicoltore) e di api regine (massimo 15 ad apicoltore) di razza Apis mellifera ligustica certificata con un finanziamento del 60% della spesa ammessa.

Le domande dovranno essere consegnate ad Agea tramite il portale informatico Sian entro la fine di febbraio 2018.

Per maggiori dettagli è possibile scaricare il bando, completo degli allegati.

Fonte: Regione Umbria

Autore: M G

Tag: finanziamenti api apicoltura

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner