Agrifood Monitor: i workshop a Cibus Connect

La piattaforma informativa sull’agribusiness italiano, nata dall'iniziativa di Nomisma in partnership con Crif, organizza due eventi il 12 e 13 aprile prossimi al Cibus Connect di Parma

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agrifood-monitor-nomisma-crif.png

Parma, 12 e 13 aprile 2017

Il 12 e 13 aprile prossimi sono in programma al Cibus Connect di Parma due workshop targati Agrifood Monitor di Nomisma-Crif.
 
"Scenari di mercato per i prodotti lattiero-caseari italiani: opportunità, percorsi e strumenti di crescita per le imprese" è il titolo dell'incontro del 12 aprile e vedrà la partecipazione del direttore dell'area agroalimentare di Nomisma Denis Pantini che parlerà delle opportunità per le imprese italiane analizzando i consumi nazionali e l'export, Paolo Bono, associate Corporate ratings-Crif Ratings illustrerà poi le fonti di finanziamento a supporto della crescita delle imprese lattiero-casearie e il presidente del Gruppo Granarolo, Gianpiero Calzolari, porterà il punto di vista delle imprese.
 
Il workshop del 13 aprile tratterà il "Posizionamento competitivo e scenari evolutivi per le carni trasformate italiane nel Regno Unito". Denis Pantini direttore dell'area agroalimentare di Nomisma presenterà in anteprima i risultati della survey realizzata da Agrifood Monitor sui consumatori inglesi e i cui risultati saranno discussi con il presidente di Levoni spa, Nicola Levoni. Inoltre, Niccolò Zuffetti, marketing manager Cribis, tratterà i rischi e le opportunità di esportare carne in UK e altri paesi secondo Cribis.
 
A fini organizzativi si richiede la registrazione ai workshop inviando una mail di partecipazione al seguente indirizzo: tiziana.tibaldi@nomisma.it entro il prossimo 5 aprile 2017.

Leggi i dettagli del workshop "Scenari di mercato per i prodotti lattiero-caseari italiani"

Leggi i dettagli del workshop "Posizionamento competitivo e scenari evolutivi per le carni trasformate italiane nel Regno Unito"


Informazioni sul programma di Cibus

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner