Melo, le nuove varietà di Civ

Il business development manager, Marco Bertolazzi: "Un intenso mese di settembre per il segmento melo del Civ, con un elevato interesse per innovazioni varietali e progettualità di filiera"

mela-t-rex-civt15-fonte-civ.jpg

Mela Smeraldapbr, impianto T-REX® CIVT15pbr

Le ultime innovazioni varietali Civ che riguardano il melo sono protagoniste in questi giorni a Fruit Attraction di Madrid a cui Civ partecipa nella collettiva organizzata da Cso Italy.

"Il Civ, Consorzio Italiano Vivaisti, ha consolidato un'esperienza quarantennale nel miglioramento genetico di melo e fragola, con varietà di riferimento a livello internazionale (ad esempio le fragole Muranopbr e Clerypbr), importanti investimenti nella propria attività di ricerca e di sinergie con i più rinomati istituti di ricerca a livello internazionale - dice il presidente Civ, Pier Filippo Tagliani -. Siamo in grado di offrire prodotti all'avanguardia per soddisfare le esigenze del mercato, sia sul piano qualitativo del frutto che su quello ambientale energetico (ad esempio resistenza a determinati patogeni)".

"Per quanto riguarda il melo - spiega il business development manager, Marco Bertolazzi - abbiamo avuto un mese di settembre 2021 particolarmente denso di appuntamenti con potenziali clienti italiani ed esteri (da Spagna e Grecia tra gli altri) in concomitanza con la piena fase di raccolto di alcune nostre varietà. Ecco le più importanti:

  • Il clone Total Red di Gala conosciuto come T-REX® CIVT15pbr, ormai apprezzato in tutti gli areali dove gli agricoltori ricercano una Gala di grande pezzatura, in grado raggiungere una colorazione uniforme su tutto il frutto, anche in zone di pianura, anticipatamente rispetto a molti cloni concorrenti presenti sul mercato;
  • Smeraldapbr, un ibrido ticchiolatura resistente, adatta alla coltivazione biologica e tradizionale, offre un ampio calendario di raccolta, ovvero la possibilità di raccogliere la frutta verde, due settimane dopo Gala circa, o gialla, circa a sei settimana di distanza, quasi in epoca Fuji. Indipendentemente dal periodo di raccolta, la frutta di Smeraldapbr (verde o gialla che sia) presenta ottime caratteristiche di conservazione e shelf life;
  • Le mele club quali ad esempio CIVNIpbr/Rubens® Civg198pbr/Modi®, ormai conosciute da oltre un decennio in alcuni mercati europei (Uk, Italia, eccetera) ed internazionali (California in primis);
  • CIVM49*/RedPop®, una nuovissima varietà ticchiolatura resistente, prodotta e gestita in Europa a livello esclusivo dal Vog, che ha recentemente organizzato una giornata tecnico promozionale rivolta a potenziali partner europei con la visita di impianti commerciali, sia di produzione integrata che biologica, tra Caldaro, Bolzano e Nalles suscitando grande entusiasmo tra i numerosi partecipanti".

"La penisola iberica - conclude il presidente Tagliani - rappresenta per il Civ un territorio di grande potenziale per le nostre varietà e selezioni di fragola e melo. Proprio per questo motivo la partecipazione a Fruit Attraction 2021, dopo un anno di assenza, riteniamo che abbia una importante valenza strategico operativa per poter meglio consolidare le progettualità in corso e sviluppare nuove collaborazioni con l'ormai fitta rete di contatti già attivata sul territorio".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 268.460 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner