Ciliegie, il record di peso passa da Ferrara a Torino

A Pecetto, in provincia Torino, l'azienda agricola Cascina Canape ha stabilito il nuovo record della cerasicoltura mondiale: una ciliegia Carmen da 33 grammi. Il record precedente era di un'azienda di Ferrara

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

record-ciliegia-carmen-750x500-coldiretti.jpg

Carmen è una varietà a maturazione medio precoce con pianta di vigore medio elevato e portamento assurgente
Fonte foto: Coldiretti

E' un anno da record per la cerasicoltura questo 2021. Dopo la ciliegia di Ferrara che era arrivata a pesare 26 grammi, aggiudicandosi il Guinness dei primati, una azienda agricola di Pecetto (Torino) ha chiamato i giudici dell'organizzazione londinese per certificare il proprio frutto monstre, una Carmen da 33 grammi.
 
Ma andiamo con ordine. Era lo scorso 16 marzo quando arrivò la notizia che una ciliegia della varietà Sweet, selezionata dall'Università di Bologna e coltivata da Salvi Vivai, aveva conquistato il Guinness dei primati arrivando a pesare 26,45 grammi e stracciando il precedente record di 23,93 grammi.

L'esultanza è durata però poco perché ad inizio luglio è arrivato un nuovo annuncio. Con 33 grammi il trofeo è passato da Runco di Portomaggiore (Ferrara) a Pecetto (Torino). Presso l'azienda agricola Cascina Canape, gestita da mamma Maria Teresa Rosso e dai figli Alberto e Giuseppe, è stata raccolta una ciliegia da 33,0518 grammi.

La famiglia Rosso. Da destra a sinistra: Alberto, Maria Teresa e Giuseppe
La famiglia Rosso. Da destra a sinistra: Alberto, Maria Teresa e Giuseppe

L'annuncio arriva da Londra, dove ha sede l'organizzazione che certifica i Guinness world record, e corona una vita di lavoro in campagna. Quella di Alberto e Giuseppe è infatti la quarta generazione di agricoltori che si dedica alla cerasicoltura, che in questa zona collinare a Sud di Torino trova il suo ambiente di sviluppo ideale.

Nell'azienda Cascina Canape allevano anche un migliaio di maiali, una decina di vacche, hanno del grano e un po' di mirtilli, ma soprattutto 6 ettari di ceraseto con settanta varietà di ciliegie che vendono in tutto il Nord Ovest e anche all'estero. D'altronde qui la pezzatura è costantemente sopra i 26 grammi e si aggira intorno ai 30, fanno sapere dall'azienda che aderisce alla Coldiretti.

"Quando Alberto mi ha chiamato, ho subito pensato che poteva essere la volta buona. Questa è una zona vocata alla coltivazione di ciliegie e questa storia dimostra che la qualità, il lavoro e gli investimenti pagano", ha dichiarato il presidente della Coldiretti Torino, Fabrizio Galliati.

"Nonostante la gelata di aprile la produzione è stata buona e la pezzatura è davvero incredibile. Ciliegie di media da 26-28 grammi con punte da 30 grammi sono una eccellenza di questo territorio. L'azienda Rosso ha puntato molto sulla qualità e ha investito negli anni in questa direzione, e questo lavoro sta dimostrando che puntare sulla qualità dà molti frutti, è proprio il caso di dirlo, anche grazie all'assistenza tecnica offerta in questi anni dai tecnici Coldiretti".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: frutticoltura curiosità

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 263.993 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner