Da Syngenta arriva Tylcram: il pomodoro a grappolo resistente al TYLCV

La varietà Tylcram amplia la finestra produttiva siciliana nel ciclo primaverile ed estivo-autunnale con un pacchetto di resistenze più completo, includendo quella al TYLCV

tylcram-pomodoro-grappolo-fonte-syngenta.jpg

Il pomodoro a grappolo Tylcram di Syngenta

Syngenta amplia la propria offerta del pomodoro a grappolo con l'introduzione della varietà Tylcram resistente al TYLCV.

Sviluppato in Italia nel centro R&d di Acate (Rg), Tylcram amplia la finestra produttiva siciliana nel ciclo primaverile ed estivo-autunnale con un pacchetto di resistenze più completo, includendo quella al TYLCV. Bellezza, regolarità del grappolo e facilità di coltivazione sono i suoi punti di forza.

"Tylcram è frutto di programmi di ricerca volti a elevare lo standard qualitativo dei prodotti mainstream e che ben risponde ai requisiti della moderna distribuzione" dichiara Bruno Busin, product development specialist di Syngenta. "Con l'introduzione di Tylcram abbiamo voluto coniugare le esigenze produttive in termini di performance agronomiche con le richieste della Gdo in termini di attrattività, qualità e shelflife del prodotto".

I frutti sono infatti regolari, di colore rosso vivo e ben contrastano con il verde intenso del rachide che è carnoso. I sepali ricurvi a corona ne caratterizzano l'aspetto, rendendo il prodotto molto attraente a scaffale. La conservabilità è elevata, sia in pianta, sia nel post-raccolta e la resistenza al TYLCV ne permette una più facile gestione anche in presenza del dannoso virus.

La nuova varietà rappresenta un'eccellenza nel segmento del pomodoro a grappolo e completa l'assortimento che comprende varietà ben note e affermate quali: Ikram e Modykano.

Per maggiori informazioni:
Bruno Busin, product development specialist solanacee Syngenta Italia, email: bruno.busin@syngenta.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 266.025 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner