Serre per coltivazione fuori suolo

Il modello MultiArt di Europrogress è utilizzato in Slovenia per la coltivazione di fragole fuori suolo

Contenuto promosso da Europrogress
serra-idroponica-fonte-europrogress-20210511.jpg

La coltivazione idroponica di solito si applica ad un ambiente chiuso e controllato come la serra

Per via di alcuni fattori come i cambiamenti climatici, la scarsità della qualità dell'acqua ed anche la mancanza di acqua, oggi, ci si orienta sempre più verso metodi alternativi di coltivazione. Per questo, l'idroponica, o coltivazione fuori suolo, ha un ruolo molto importante nella produzione agricola.
 

Che cos'è la coltivazione idroponica?

L'idroponica è la scienza della coltivazione di piante senza suolo, chiamata spesso "fuori suolo". Di solito si applica ad un ambiente chiuso e controllato, come la serra, dove la terra viene sostituita da substrati artificiali che consentono di ridurre le variabili di produzione ed aumentare la qualità e la quantità del prodotto, generando una continuità produttiva e lavorativa.
 

I vantaggi della coltivazione fuori suolo

Ecco dunque i vantaggi del sistema idroponico: 
  • Crescita delle piante in modo efficiente
  • Minor utilizzo di acqua (fino al 95%) rispetto ai sistemi di coltivazione tradizionali
  • Possibilità di installare il sistema anche su terreni non coltivabili
  • Riduzione di parassiti e malattie da suolo 
  • Miglior produzione della pianta
  • Raggiungimento della maturità della pianta in tempi più brevi rispetto ai sistemi di coltivazione tradizionali.
     

La coltivazione fuori suolo in serra

Avviando una coltivazione fuori suolo, all'interno della serra saranno posizionate specifiche canaline, nelle quali verranno inseriti i materiali scelti di substrato come base per qualsiasi coltura. Le canaline possono essere di tipo fisso, oppure mobili come nel caso del sistema Up & Down.
 

Un esempio dalla Slovenia

Gli agricoltori sloveni Ales Kovacec e Kristjan Lovrec hanno di recente avviato un impianto di coltivazione per fragole fuori suolo con sistema Up & Down, quindi con canaline mobili a movimentazione alternata. L'impianto, di circa 6mila m2, accoglie la crescita di circa 120mila piantine. La struttura è un modello di serra MultiArt di Europrogress, altamente tecnologica e completamente automatizzata. Un sistema di controllo remoto consente la regolazione delle aperture, dello schermo termico, della nebulizzazione, del riscaldamento e dell'irrigazione/fertirrigazione.

 
Fragole in coltivazione idroponica, serra MultiArt di Europrogress
Fragole in coltivazione idroponica in Slovenia: serra MultiArt di Europrogress
 

I dettagli tecnici della struttura

La serra è composta da cinque navate lunghe 150,00 metri. Gli archi hanno un diametro di 76 mm mentre la triangolazione è dotata di quattro tiranti diagonali con l'aggiunta di tre candele verticali per garantire una maggiore stabilità e robustezza alla struttura. La ventilazione è data da cinque aperture al colmo e dalle finestrature perimetrali automatiche. L'impianto è inoltre dotato di una zona tecnica tamponata in pannello coibentato.

Per maggiori informazioni
Telefono: 053526090
Email: info@europrogress.it
Sito web: https://www.europrogress.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.885 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner