Ciliegie, belle e buone secondo Vivai Zanzi

A Gordo di Ferrara i Vivai F.lli Zanzi e Ips hanno organizzato un incontro per parlare d'impianto di ciliegio, all'insegna del reddito e della qualità

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Contenuto promosso da Vivai F.lli Zanzi di Carlo Zanzi & C.
ciliegio-royallafayette-byvivaizanzi-ferrara-20200603.jpeg

Royal Lafayette, ciliegia edita da Ips-International Plant Selection e costituita da Zaiger Genetics
Fonte foto: Vivai F.lli Zanzi

Nella giornata di mercoledì 3 giugno 2020, si è tenuto a Gorgo (Fe) presso la sede dei Vivai F.lli Zanzi un open day dedicato al ciliegio. L'iniziativa è stata realizzata grazie al supporto di Ips-International plant selection. Lo storico vivaista ferrarese ha voluto dare la possibilità agli agricoltori e tecnici intervenuti, seguendo le regole di distanziamento poste dal Covid 19, di toccare con mano le più nuove varietà e selezioni di ciliegio, partendo dalle varietà selezionate da Summer Land e licenziate in Europa da Ips.

Ecco le principali selezioni in mostra: Royal Lafayette, Royal Tioga, Royal Helen e Sofia. Queste varietà sono state messe a confronto, stesso ambiente e sistema di allevamento, con Kordia ed altre selezioni più recenti provenienti da altri programmi di selezione come ad esempio Ferdouce, Folfer e Rocket. "Il principale dato emerso - spiega Riccardo Zanzi - è che i nuovi sistemi d’impianto ad alta densità e dotati di coperture danno i maggiori risultati per pezzatura e resa ad ettaro".
Come sempre la Vivai F.lli Zanzi si rende disponibile per approfondire i dati relativi a questa visita, offrire consulenze di progettazione e gestione dei nuovi impianti a tutti gli agricoltori che fossero interessati.
 
Impianto di ciliegio di Royal LaFayette presso vivai F.lli Zanzi a Ferrara
Impianto di ciliegio di Royal LaFayette presso vivai F.lli Zanzi a Ferrara
(Fonte foto: © Vivai F.lli Zanzi)

Tutte le varietà scelte per realizzare il campo sperimentale sono buone da mangiare, con elevata tenuta in pianta ed elevata resistenza al cracking.
"Questi elementi sono fondamentali oggi per fare reddito" conclude Riccardo Zanzi.
"Royal Lafayette è un'ottima varietà - commenta Enrico Zanzi - che presenta ciliegie di calibro elevato (30-32 mm di media), colore di fondo rosso scuro brillante, sapore dolce ma equilibrato rispetto all'acidità. La polpa è consistente e succosa. Importante è la bassa sensibilità allo spacco". Queste piante di Royal Lafayette sono di quarta foglia, innestate su portinnesto Gisela® 6. Rispetto al problema del cracking o spacco dei frutti rimane determinante, per salvaguardare il prodotto, la necessità di utilizzare impianti protetti da reti antipioggia, e dove possibile anche da reti antigrandine.

Esistono anche altri due aspetti molto importanti per fare reddito con le ciliegie: calibro e frutti ben maturi.
"Il calibro è un fattore molto importante - conclude Enrico Zanzi - ed oggi il mercato vuole ciliegie di almeno 28-30 mm di diametro. E qui un ruolo molto importante lo giocano la varietà ed il sistema d'impianto. Per quest'ultimo è preferibile scegliere quelli ad alta o altissima densità (si può arrivare anche a 5mila-6mila piante per ettaro) che permettono tra l'altro un'entrata in produzione più rapida ed una resa ad ettaro migliore. Senza dimenticare come supportino al meglio il concetto di belle e buone".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Vivai F.lli Zanzi

Autore:

Tag: difesa drupacee reti antigrandine

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.731 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner