Toscana, prorogata la scadenza per la dichiarazione delle piante prodotte e vendute

A causa dell'emergenza Covid-19 la comunicazione annuale che deve essere inviata da tutti i vivaisti e gli operatori iscritti al Ruop potrà essere inviata entro il 31 luglio 2020, invece che entro fine aprile come previsto

vivaismo-piante-by-debellisc-fotolia-750.jpeg

Vivaismo, spostata a luglio la comunicazione delle piante prodotte e commercializzate (Foto di archivio)
Fonte foto: © debellisc - Fotolia

Il Servizio fitosanitario regionale della Toscana ha spostato a fine luglio il termine per presentare l'elenco delle specie prodotte e commercializzate da parte dei vivaisti e degli operatori professionali iscritti al Ruop, il Registro ufficiale degli operatori professionali.

La scadenza fissata al 30 aprile è stata rimandata al 31 luglio 2020 con il decreto dirigenziale 5410 del 10 aprile firmato dal dirigente del Servizio fitosanitario regionale Lorenzo Drosera, a causa dell'emergenza in corso per il Covid-19.

Come ogni anno gli operatori professionali iscritti al Ruop che producono o commercializzano piante sono tenuti infatti a inviare al Servizio fitosanitario la comunicazione annuale che riporta la situazione amministrativa, produttiva e l'elenco delle specie vegetali prodotte e commercializzate nell'anno in corso.

La comunicazione deve essere fatta in modalità telematica sul portale Artea. In caso di ritardi, sarà possibile inviare la comunicazione entro il 30 settembre, pagando la sanzione amministrativa prevista.

Fonte: Regione Toscana

Tag: scadenze vivaismo

Temi caldi: Coronavirus

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 228.831 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner