Mais: riflessi pronti, partenze col turbo

Dekalb esalta le potenzialità del mais tramite la tecnica Acceleron® che gioca a favore degli apparati radicali

Contenuto promosso da Monsanto Agricoltura Italia :: Monsanto Agricoltura Italia - Dekalb
dekalb-acceleron.png

L'innovativa tecnica Acceleron® di Dekalb

Dekalb ha sviluppato la tecnologia Acceleron® seed applied solutions, avente una duplica azione. Da un lato proteggere il mais fin dalla semina, dall'altro ne migliora la performance in campo.

La sostanza chiave in tal senso porta il nome di B-360, la quale contiene un lipochitoligosaccaride  direttamente coinvolto nell'associazione simbiotica tra le radici della pianta e i funghi micorrizici. B-360 viene aggiunto durante la fase di concia della semente e agisce attraverso due modalità. In primis invia un segnale alla pianta che favorisce l'ingresso dei funghi micorrizici nelle cellule radicali. In secondo luogo stimola la germinazione delle spore dei funghi micorrizici stessi, producendo le ife. Queste, grazie al minor diametro della loro sezione rispetto alle radice, sono in grado di esplorare il suolo anche nella sua microporosità, estraendo anche ciò che le radici non sono in grado di raggiungere.

Grazie alla tecnologia Acceleron® la coltura può raggiungere velocemente il massimo del vigore e dell'uniformità, riducendo i rischi e ottimizzando le prestazioni.

Le rese finali vengono quindi innalzate dall'instaurarsi di ottimali rapporti radici/suolo, strategici per consentire al mais di sfruttare al meglio le disponibilità idriche e nutrizionali, raggiungendo il massimo delle rese potenziali. In special modo quando vengano esaltate le interazioni fra radici e micorrize.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.766 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner