Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Oltre un secolo di sementi

Nunhems è entrata a far parte di BASF, rafforzando considerevolmente la presenza del colosso tedesco nel settore delle colture orticole

Info aziende
ortofrutta-verdura-ortaggi-by-photosg-fotolia-750x451.jpeg

Nunhems e le sue genetiche entrano in Basf
Fonte foto: © PhotoSG - Fotolia

Una storia nata nel 1915, quella di Nunhems, quando un mercante di nome Herman Meddens si mise a cercare una casa in campagna. La individuò nel Limburgo olandese, nel castello di Nunhem. Nel 1916 Meddens utilizzò i terreni annessi al castello per iniziare la produzione di frutta e verdura, ma i prezzi deludenti di allora gli fecero capire che altra era la strada da percorrere.

Iniziò da lì l'epopea di Nunhems, società che si è andata espandendo fino a sfiorare le 200 varietà registrate fra il 1952 e il 1977, salite a oggi a 24 colture per circa 2.600 varietà. Nunhems è attualmente presente direttamente in circa 40 paesi al mondo e commercializza comunque le proprie sementi in almeno cento.

Dopo l'acquisizione nel 2002 da parte di Bayer CropScience, ora il marchio è passato a BASF, la quale continua in tal modo ad arricchire l'offerta della propria divisione Agricultural Solutions. L'operazione ha un impatto significativo anche in Italia, rafforzando il segmento delle sementi orticole.

In Italia opera da più di trent'anni e oggi ha un'organizzazione di 80 collaboratori, di cui oltre 40 impegnati in R&D. Il sito di Sant'Agata Bolognese, sede amministrativa e produttiva dell'azienda, ospita infatti un centro di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo di specie orticole d'importanza a livello mondiale, supportata da un laboratorio di fitopatologia che svolge le analisi sui diversi patogeni.

Nunhems Italy continuerà a operare sul mercato italiano con il proprio marchio e proseguirà nelle attività di lavorazione delle sementi, con l'obiettivo di ottenere sementi pregiate anche con l'ausilio di tecnologie avanzate, nel rispetto degli standard richiesti dal mercato.

Forte la soddisfazione di Alberto Ancora, head of business management crop protection South Europe di BASF, il quale ha dichiarato: "Siamo davvero orgogliosi di poter dare il benvenuto ai nuovi colleghi di Nunhems all'interno del nostro team. Questa operazione ha un valore particolarmente significativo per il mercato italiano, dove le colture orticole costituiscono un'eccellenza e ci offre nuove opportunità di crescita e sviluppo. L'ingresso di una realtà di comprovato successo e innovazione amplia l'offerta di soluzioni BASF per l'agricoltore: con oggi i nostri clienti avranno accesso ad un numero ancora maggiore di strumenti e competenze professionali per incrementare resa, qualità e redditività del raccolto".

Da parte sua, Jose Antonio Salinas Reyes, country head di Nunhems Italy, ha aggiunto: "Siamo veramente felici di esser parte di BASF perché condividiamo i valori e la passione per l'agricoltura e l'innovazione. È motivo di orgoglio e di grande responsabilità esser parte di questo grande gruppo. Le sinergie all'interno della divisione Agricultural Solutions saranno una grande opportunità di crescita per i due business che ci consentirà di essere un punto di riferimento ancora più forte nel panorama italiano".