Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Albicocco, arrivano Nirosa 1 e Nirosa 2

I Vivai Geoplant di Savarna (Ra) presentano le due varietà bicolori, precoci e di ottimo sapore nate nell'ambito del progetto Maspes

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Info aziende
albicoccopiantafruttoalbicoccanirosa1byagronotizie750x500.jpg

Il loro sapore della polpa è dolce ed aromatico di ottimo gradimento e la buccia ha sapore neutro e non acido
Fonte foto: © Agronotizie

L'albicocco vive in questi ultimi anni un rinnovato interesse, sia da parte dei produttori che dei consumatori. Questo grazie anche all'introduzione di nuove varietà sempre più vicine alle esigenze del mercato e della distribuzione commerciale. Va però sottolineato che molte di queste varietà provengono dagli Usa e dalla Francia e perciò non sempre sono idonee ai nostri ambienti di coltivazione.
Per questo motivo si sono attivati ed implementati, negli ultimi anni, dei progetti di miglioramento genetico made in Italy, con la partecipazione sia di enti pubblici che di aziende private. Tra i tanti ricordiamo Maspes, nato dalla collaborazione del Crpv - Centro ricerche produzioni vegetali di Cesena (Fc), il Dipartimento di colture arboree dell'Università di Bologna (oggi anche del Disaa, Dipartimento di Scienze agrarie e ambientali dell'Università degli Studi di Milano) e delle principali Op dell'Emilia-Romagna. 

"I principali parametri su cui ci siamo concentrati - spiega Daniele Bassi del Disaa, coordinatore di Maspes - sono stati: resistenza alle principali malattie biotiche ed abiotiche (Sharka, Monilia e spaccatura dei frutti), bella colorazione dei frutti (blush ben esteso), forma arrotondata, facilità di gestione della pianta, autofertilità della pianta e ottime qualità organolettiche (gusto ed aroma in primis)"
 

Guarda il video dove Gianluca Pasi di Geoplant e Daniele Bassi del Disaa-Unimi presentano Nirosa 1* e Nirosa 2*
(Fonte video: canale YouTube Plantgest

Da questo progetto sono nate recentemente Nirosa 1* e Nirosa 2*.
"Nirosa 1* - spiega Gianluca Pasi, tecnico di Geoplant - presenta pianta di medio vigore, portamento standard ed è autofertile. Matura precocemente (-25 giorni da Kioto, epoca Luna Lunafull*). Il frutto ha forma rotondo-oblata, bel colore di fondo arancione e sovraccolore rosso ben esteso, ottimo sapore dolce ed aromatico con buccia neutra. La tenuta in pianta è buona. Nirosa 2* presenta pianta di medio vigore, portamento standard ed è autofertile. Matura precocemente (-14 giorni da Kioto, epoca Pinkcot® Copty*). Il frutto ha forma rotonda, bel colore di fondo arancione e sovraccolore rosso ben esteso, ottimo sapore dolce ed aromatico con buccia neutra. La tenuta in pianta è buona.
Queste due varietà s'inseriscono in un periodo molto interessante dal punto di vista commerciale, perchè abbastanza scoperto di varietà di nuova concezione. Inoltre uniscono perfettamente le esigenze qualitative del mercato e le necessità agronomiche di un agricoltore".


Il sapore e l'aspetto diventano elementi sempre più imprescindibili per una varietà. Questo perchè il consumatore medio oggi acquista con gli occhi ma poi ricompra solo se rimane soddisfatto dal sapore.
"Queste due varietà - conclude Bassi - derivano dall'incrocio tra Ninfa (-24 giorni da San Castrese e originaria del nord Africa) e varietà originarie del nord America. La prima è stata scelta per la buccia neutra e non acida, la costante produttività, il portamento standard e compatto e la facilità di gestione agronomica mentre le seconde per l'ottimo sapore dolce ed aromatico e per l'aspetto bicolore molto attraente".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: frutticoltura innovazione varietale made in italy drupacee albicocco agricoltura

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner