Festa nazionale "Città delle Ciliegie": i vincitori

A confronto dodici varietà provenienti da quindici Comuni: dopo quindici anni il premio come migliore ciliegia d'Italia 2017 torna a Celleno in provincia di Viterbo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ciliegie-fonte-citta-delle-ciliegie.jpg

Ciliegie varietà 'Prime Giant' di Celleno

Si  è  svolta  a  Maenza  (Lt)  in  occasione  della  13esima Festa nazionale "Città delle Ciliegie",  la 20esima edizione del Concorso nazionale "Ciliegie d'Italia" Premio Claudio Locchi. Competizione che mette a confronto le più importanti aziende cerasicole del paese, le migliori varietà di ciliegie della tradizione italiana insieme alle innovazioni create dalla ricerca scientifica, i territori che fanno dell'Italia il primo produttore europeo delle ciliegie di qualità: un confronto di dodici varietà provenienti da quindici Comuni d'Italia.

La manifestazione ha visto un'enorme partecipazione di pubblico con in particolare una notevole presenza di turisti di origine cinese, entusiasti e curiosi di poter gustare il più bel frutto della stagione.

La giuria di esperti assaggiatori, come di consueto, è stata presieduta da Pietro Cernigliaro, presidente dell'Associazione nazionale direttori di mercati all'ingrosso, che ha voluto verificare di persona i campioni, la loro provenienza, calibri di grandezza, salubrità del prodotto; coadiuvato da Marco Sibani, già direttore del Centro agroalimentare di Bologna; Giuliano Granata, già direttore del Mercato ortofrutticolo di Cesena; Riccardo Cuomo, direttore della Borsa merci telematica italiana.
Il direttore di "Città delle Ciliegie" Carlo Conticchio ha coordinato l'allestimento dei campioni in concorso con la collaborazione di Pasquale Ruggieri del Museo contadino di Somma Vesuviana e di Gabriella Morroni, proprietaria della struttura ricettiva "Loggia dei Mercanti" di Maenza.

Il prodotto cerasicolo si è confermato di altissima qualità grazie alla stagione in corso tra le migliori dell'ultimo ventennio ed ha confermato in particolare tre territori vocati storicamente: la pianura del Fiume Panaro in Emilia Romagna, la Sabina Romana e le Colline di Celleno nel Viterbese.
 

I vincitori

La "Più bella ciliegia d'Italia 2017" proviene dal Comune di Savignano sul Panaro (Mo) dell'azienda agricola Nino e Marisa Quartieri.
La "Più buona ciliegia d'Italia 2017" è stata raccolta nel centro del territorio della Sabina in provincia di Roma.
La "Migliore ciliegia d'Italia 2017" proviene dal Comune di Celleno (Vt), territorio tra i più vocati alla ciliegicoltura del Lazio, con riferimenti storici che riportano all'anno 1457, è stata prodotta dall'azienda agricola "La Selva".

Fonte: Città delle ciliegie

Autore: G R

Tag: premi concorsi

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner