Agrumi di Sicilia, nuove varietà per un calendario di maturazione più ampio

Per competere è necessaria l'innovazione tecnica, scientifica ed organizzativa: solo così si possono cogliere le opportunità del mercato

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

arancierossesiciliacoasrl.jpg

Oggi è possibile avere agrumi siciliani nei mercati da dicembre a maggio, prima da gennaio a marzo
Fonte foto: Coa Srl

In un mercato sempre più difficile e competitivo è necessario innovarsi, per aprirsi nuove opportunità e nuove realtà. Questo vale anche per gli agrumi. Alcuni produttori siciliani hanno infatti deciso d'intraprendere una decisa azione di rinnovamento che ha portato all'ampliamento del calendario di maturazione dell'arancia rossa, aggiungendo a quelle varietà già note e consolidate, come il tarocco e il moro, nuove tipologie di cultivar precoci e tardive.

Queste cultivar si caratterizzano di pezzature omogenee ed uniformi, oltre che ad aspetti quali-quantitativi altamente soddisfacenti. Grazie a questa forte azione di riqualificazione varietale oggi è possibile avere agrumi nei mercati da dicembre a maggio, rispetto a prima dove poteva essere raccolto e venduto da gennaio a marzo. In questo modo è stato possibile incrementare il valore e conseguentemente il volume delle arance rosse di Sicilia.

"I nostri dati in tal senso sono molto soddisfacenti ed incoraggianti - spiega la Coa Srl in un comunicato - dal momento che ci evidenziano come, rispetto a 6/7 anni fa, ad oggi il calendario delle esportazioni all’estero, in particolare in Inghilterra, si è prolungato di oltre 4 settimane. E’ palese che con questo ampliamento del periodo di commercializzazione stiamo vivendo un momento d'importante e significativo cambiamento dell’agricoltura siciliana, con nuove opportunità per il futuro e per i livelli occupazionali.
Questo orientamento sta a dimostrare che proprio le situazioni di crisi e di difficoltà, come l’esplosione del Citrus tristeza virus, possono essere trasformate in opportunità di cambiamento e di crescita. Ma questo può avvenire solo percorrendo le strade vincenti dell’ammodernamento tecnico, scientifico ed organizzativo. Diversamente si rischia di essere travolti dalla presenza nei mercati di vecchi e nuovi agguerriti concorrenti, che, a loro volta, hanno già intrapreso questi percorsi.
L’auspicio è che sempre un numero maggiore di soggetti della filiera rinnovino i propri agrumeti, in modo tale d'avere arance di alta qualità distribuite su un più ampio periodo di calendario".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Coa Srl

Autore:

Tag: innovazione varietale import/export innovazione agrumi aggregazione

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.946 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner