Cinaricoltura: innovazione varietale e opportunità di mercato nell'arco Ionico Metapontino

L'evento, organizzato dall’associazione Lameta in collaborazione con Arptra, si terrà il prossimo mercoledì 2 marzo nella Sala Consiliare del Comune di Policoro (Mt)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Bayer.

carciofi-carciofo-by-polinaparm-fotolia-750.jpeg

Policoro (Mt), 2 marzo 2016
Fonte foto: © polinaparm - Fotolia

Il prossimo mercoledì 2 marzo nella Sala Consiliare del Comune di Policoro (Mt), ore 17.30, è in programma il convegno "Innovazione varietale e opportunità di mercato per la cinaricoltura dell'arco Ionico Metapontino". Organizzato dall’associazione Lameta in collaborazione con Arptra, patrocinato dal Comune di Policoro e dall'Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Matera, l’incontro si pone l’obiettivo, grazie anche all’apporto dei partner Orogel e Bayer, di trasferire utili informazioni agli agricoltori e agli addetti ai lavori circa le tecniche di coltivazione, l’innovazione varietale e le opportunità di mercato per la cinaricoltura dell’arco Ionico Metapontino.

L’evento, moderato da Carmelo Mennone (Aasd Pantanello) vedrà, dopo i saluti di Berardino Marchitelli (presidente Lameta) e Giovanni Lippo (assessore all’Agricoltura del Comune di Policoro), gli interventi di:

Donato Gallitelli (dipartimento di Scienze del suolo della pianta e degli alimenti dell'Università degli Studi di Bari “A. Moro”), che argomenterà sulla tematica del "risanamento e sviluppo di attività vivaistica per il carciofo";
Vito Carrieri (Bcs Vegetable seeds/Nunhems), con un intervento sulle “nuove varietà ibride e gestione agronomica degli ibridi da seme”;
Silvio Vitucci (Bayer), presenterà “Luna devotion: novità Bayer per il controllo dell’oidio del carciofo”;
Francesco Alfano (Responsabile tecnico Orogel) terrà una relazione sull’ “esperienza di coltivazione e lavorazione del carciofo da industria’”.
A seguire il dibattito e le conclusioni.

Saranno riconosciuti crediti formativi per i partecipanti iscritti all’Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Matera.

Per maggiori informazioni e il programma clicca QUI