Crimson Snow®, la svizzera Iseppi Frutta Sa si aggrega al club

Amata dai produttori e dai consumatori, rispetta l'ambiente ed è facile nella manutenzione

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

kiku-jurgen-braun-andrea-iseppi.jpg

Da sinistra: Jürgen Braun, Ad della Kiku variety management e Andrea Iseppi, responsabile commerciale per la frutta a granella della Iseppi Frutta Sa

Con piacere annunciamo la licenza per la Svizzera. Il potenziale della varietà e del marchio sono enormi. La varietà ci convince pienamente, il colore rosso porpora è molto attraente, il gusto equilibrato piace, la conservazione e la post-conservazione – la cosiddetta shelf life - sono ottimi, la mela è croccante e succosa". Così Andrea Iseppi, responsabile commerciale per la frutta a granella della Iseppi Frutta Sa, ditta produttrice e commerciale nella terza generazione con sede e produzione in Svizzera. "Questa varietà tardiva - continua Iseppi - è ideale a causa della finestra di vendita altrettanto tardiva, e si inserisce perfettamente nella nostra strategia di vendita dopo la Rubens® (mela autunnale-invernale). Siamo convinti che Crimson Snow abbia il potenziale di competere tranquillamente con le altre varietà Club di maggior successo. Oltre a tutti i parametri importanti, abbiamo il vantaggio di avere un calibro superiore”.

Jürgen Braun, Ad della Kiku variety management, ha aggiunto: “La famiglia Iseppi è un membro di valore per la famiglia Crimson Snow, costituita dai partner italiani F.lli Clementi, Rivoira e Sanifrutta e la ditta serba Verda Vivo/Agrounija.
Tutti i nostri produttori sono entusiasti, perché la varietà richiede meno lavoro, rispetta l'ambiente – tema sostenibilità, la percentuale di prima (il cosiddetto packout) è altissima, e la varietà si conserva molto bene. Il risultato: una remunerazione interessante per il produttore, significa motivazione ancora più alta per produrre frutti di alta qualità, e una base e volontà per innovazioni.
Ma questo non basta, le mele devono anche essere gradite. E questo ce lo conferma l’alta richiesta da parte del consumatore nella passata stagione, con 1.300tons vendute in poco tempo. Infatti, quest'anno con circa 3.000tons, alcune catene europee vorrebbero in esclusiva tutti i frutti. Per la Gdo, una richiesta del consumatore talmente elevata, una shelf life ottima e una gestione facile con poche perdite, sono tutti argomenti validissimi. Questa stagione, la concentrazione sarà sul mercato italiano e tedesco, con interesse su quello spagnolo e nordafricano, e i Paesi arabi ed asiatici
”.

"Facciamo il nostro lavoro con impegno e serietà - conclude Iseppi -. La qualità della frutta prodotta e venduta è per noi molto importante. L’innovazione deve essere costante e la scelta di nuove buone varietà è fondamentale. Abbiamo deciso di investire nella Crimson Snow perché ci crediamo, e vediamo nei fratelli Braun lo stesso impegno e dedizione - un punto fondamentale per il lancio di novità. Anche gli altri partner del Club Crimson Snow sono aziende di stampo famigliare e con tradizione nel settore”.

Braun ha poi dichiarato: "Ci crediamo fino in fondo. Kiku variety management, dopo aver piantato 12 ettari in passato, quest'inverno ne pianterà altri 10 ettari. Il gruppo europeo ha già piantato 100 ettari. Il masterplan fino al 2017 è stato allestito con impianti di 500 ettari in Europa. Il gruppo vuole crescere in fretta, raggiungere le 10.000 e poi le 20.000 tons, per poter ampliare le campagne di vendita esistenti coi clienti maggiori. Crimson Snow® è già in fase di sperimentazione presso diversi partner nel mondo, dagli Stati Uniti, Cile, Sudafrica alla Nuova Zelanda, mentre in Australia sono a dimora quasi 20 ettari e Crimson Snow® è ben apprezzata dai fan già da qualche anno".

Fonte: Kiku

Tag: import/export mercati

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.801 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner