Valore per l'orticoltura, dal vivaio al produttore

L'esperienza di Covimer raccontata da Pietro Caggiano durante la tappa battipagliese di Syngenta in campo

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

peperone-orticoltura-e-valore-syngenta-in-campo-giu-2015-by-agncs.jpg

In campo, grazie alle collaborazione fra Covimer e Syngenta, sia varietà già disponibili sul mercato italiano, sia varietà pre-commerciali interessanti per valutare la resistenza a TSWV PO e i risultati dell'utilizzo di diversi portinnesti

Pietro Caggiano è amministratore di Covimer, realtà impegnata in attività vivaistiche tanto da aver ospitato anche un ciclo di seminari promossi dal Centro di ricerca per l'orticoltura del Crea (ex CRA) dedicati alle "Potenzialità e problematiche dell’orticoltura moderna". Covimer collabora con il mondo dei sementieri per l'introduzione di nuove varietà. Caggiano è inoltre consigliere dell'AOP Armonia, formata da tre Op che si occupano di commercializzazione di ortofrutta.

"Per quanto riguarda l'aspetto vivaistico, la collaborazione con Syngenta è iniziata oltre un anno fa" ricorda Caggiano, mostrando le piante di peperoni dell'azienda agricola Valcacer, provenienti dal vivaio di Covimer e protagoniste del tour "Orticoltura & Valore" nell'ambito dell'iniziativa Syngenta in campo svoltasi a Battipaglia (SA).

"Le nuove varietà vengono testate in campo prima dell'introduzione sul mercato per valutare l'adattamento al tipo di coltivazione ed al tipo di ambiente: in questo territorio i trapianti cominciano intorno a metà febbraio e continuano fino al massimo al 15-20 di maggio. Le varietà che vediamo in campo oggi sono molto interessanti data la resistenza al TSWV (Tomato Spotted Wilt Virus), un virus che ha creato molti problemi". Caggiano continua la descrizione dei risultati del percorso di innovazione varietale: "Dato che in questa area si sta sviluppando la produzione con metodo biologico, la resistenza a nematodi è quasi indispensabile. Ed oggi la genetica è in grado di dare una risposta a questa esigenza".
"Poniamo molta attenzione" sottolinea Caggiano "alla tolleranza all'oidio ed alla shelf life del prodotto. Cerchiamo di implementare varietà che non abbiano problemi di cracking e Stip (maculatura fisiologica, ndr)".
"Ogni anno proviamo da quattro a dieci varietà pre-commerciali di Syngenta per valutare che esse abbiano le caratteristiche menzionate. La collaborazione con il mondo della genetica è fondamentale per lo sviluppo del sistema: se non c'è collaborazione fra gli attori della filiera, fino al mondo della produzione, è difficile andare avanti!"

Covimer ha messo a punto con Syngenta anche apposite tecniche di difesa in vivaio. La collaborazione ha l'obiettivo di sviluppare metodi produttivi a basso impatto ambientale e remunerativi per le aziende agricole, nel rispetto delle richieste del consumatore finale.

Guarda la video-intervista per saperne di più

Approfondimenti.

In campo a Battipaglia, i visitatori del tour "Orticoltura & Valore" hanno valutato lo stadio di avanzamento delle coltivazioni di numerose varietà:

Frutti mezzi lunghi a bacca gialla
Eppo ha un frutto giallo brillante, regolare e quadrilobato, di ottima qualità ed elevato spesso di polpa;
Giorgione, caratterizzato da ottima precocità e continuità di allegagione, ha un frutto quadrilobato di buona pezzatura, costante per tutto il ciclo. Presenta un ottimo colore giallo intenso sia a viraggio, sia a piena maturazione. Presso l'azienda Valcacer è stato innestato anche su Robusto;
Peppone si presenta con una pianta di vigoria media, rustica e sana, grazie al buon corredo di resistenze genetiche verso oidio e virus; continuità di allegagione e pezzatura sui palchi alti anche durante il ciclo colturale lungo caratterizzano la varietà.

Frutti mezzi lunghi a bacca rossa
Almuden presenta un frutto mezzo lungo di qualità e regolare, di colore rosso brillante e poco soggetto al micro cracking;
Coraza: pianta rustica e di buon vigore con internodi corti, buccia liscia, ottimo spessore di polpa ed elevato peso specifico;
Troyano: pianta vigorosa tollerante alle alte temperature, è caratterizzato da stabilità produttiva, continuità di allegagione e di pezzatura anche sui palchi superiori durante tutto il ciclo.

Scarica il catalogo completo e scopri la tabella relativa alle resistenze: [link alla pagina dedicata al peperone]

In calce all'articolo trovi tutte le video-interviste e la galleria fotografica dedicate a "Orticoltura & Valore".

Fotogallery