Opera®: presentato il nuovo marchio

Il brand richiama l’italianità dei frutti e riporta nel bollino la varietà. Le pere saranno disponibili nei negozi a partire dal 5 ottobre

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

opera-pere-bollino.jpg

Il marchio è stato sviluppato da Goodmind, agenzia di brand & packaging design del gruppo Pininfarina

A poche settimane dall’avvio della raccolta della produzione 2015, Opera, la più grande cooperativa italiana specializzata nella pera, presenta il suo nuovo marchio (Opera. La pera!). Grazie all’abbinamento della parola “Opera” con una forma grafica accattivante e un pay-off immediato, questo brand comunica chiaramente al consumatore l’origine e il valore dei frutti. Senza citarla direttamente, il termine Opera richiama l’italianità del prodotto, rafforzata anche dai colori che ricordano la bandiera nazionale. Caratterizzato da una forma semplice e riconoscibile, il marchio ospita nello spazio della fogliolina verde il nome della varietà a cui appartiene il frutto; il pay-off “La pera!” indica l’aspirazione di “firmare” una delle migliori pere del mondo grazie ai suoi asset principali: qualità e valore sociale.

La qualità è garantita innanzitutto dall’origine: il 100% delle pere Opera proviene dall’area da sempre più vocata per questa specie, cioè il cuore fertile delle pianure del Nord Italia, prevalentemente in Emilia Romagna, ma anche in alcune micro aree selezionate della Lombardia e del Veneto. Ma la qualità è anche legata alla competenza e all’esperienza dei 1.000 frutticoltori che hanno voluto Opera e che da decenni lavorano con impegno e passione per far crescere ogni pera buona e sana, rispettosa dell’ambiente e bella da vedere. La qualità deriva inoltre dal grande know-how delle 18 storiche aziende italiane che hanno creato questa cooperativa e sono attive nella selezione, nel confezionamento, nella conservazione e nella commercializzazione.
Il valore sociale scaturisce dalla mission aziendale di Opera, vale a dire il perseguimento della sostenibilità economica, ambientale e sociale delle aziende agricole e la difesa dell’occupazione di chi in esse lavora.
 
Il nuovo marchio – sviluppato da Goodmind, agenzia di brand & packaging design del gruppo Pininfarina che da anni collabora con importanti aziende dell’agroalimentare – sarà alla base dell’attività di comunicazione che verrà realizzata per informare i consumatori sulle caratteristiche delle pere Opera. Presente sulle confezioni e sui bollini posizionati sui frutti che risponderanno agli standard di qualità, favorirà un acquisto consapevole.
 
Nelle ultime settimane il team di Opera ha lavorato anche per standardizzare e ottimizzare l’azione dei propri soci al fine di migliorare la qualità complessiva del servizio fornito ai clienti perseguendo al tempo stesso tutte le possibili economie di scala. In particolare, sono stati definiti standard univoci di conferimento e norme comuni per la gestione del prodotto in conservazione e sono state messe a punto la pianificazione del destoccaggio per varietà e tipologia di prodotto, l’informatizzazione di ogni fase operativa e la struttura della rete commerciale, in Italia e all’estero. I principali clienti hanno accolto con interesse la nascita di Opera da cui si aspettano un contributo concreto nel miglioramento della qualità e della quantità del servizio ricevuto e una diminuzione del tempo da destinare al sourcing del prodotto pera.
 
Le pere Opera® saranno disponibili in tutti i migliori negozi a partire dal 5 ottobre.
 

Fonte: Opera

Tag: ortofrutta cooperazione

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.191 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner