Dure o tenere: genetiche d'eccezione

Syngenta in Campo 2015. Le nuove varietà di grano tenero e duro di Syngenta si pongono ai vertici quanto a produttività e qualità delle farine, con un occhio alla tolleranza verso le patologie

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

syngenta-cerealplus-2015-genetiche-frumento.jpg

Tenero o duro, il portfolio Syngenta per il frumento è ricco di soluzioni per ogni areale italiano

Presso l'azienda "La Pioppa", di proprietà della Società Produttori Sementi, acquisita recentemente da Syngenta, sono state messe a confronto diverse genetiche di frumento duro e tenero, ideali ciascuna per i diversi areali cerealicoli italiani.

Frumento tenero
Riscontri molto elevati sono stati ottenuti da varietà come SY ALTEO, biscottiero medio-tardivo di altissima produttività e ottima rusticità. GENESI è invece un pianificabile classico, adatto per l'areale padano. Molto "elastico", viene apprezzato anche dal punto di vista molitorio. BORA e SY MOISSON sono invece dei panificabili superiori, ai vertici per la produttività in quasi tutti gli areali intaliani. Ultimo ma tutt'altro che ultimo, AMBROGIO, varietà dalle elevate qualità molitorie da prodotti dalla lunga lievitazione.

Per maggiori informazioni sui grani teneri, guarda l'intervista a Gianluca Ferrazzano, Field Expert Cereals & Rice di Syngenta Italia


Frumento duro
Oltre a un ricco catalogo di genetiche relative al frumento tenero, Syngenta offre anche un portfolio di assoluto rilievo anche per quanto riguarda i frumento duri.
OBELIX, per esempio, è un medio-tardivo e presenta come novità un'elevata tolleranza verso la fusariosi della spiga. ODISSEO è stato registrato nel 2011 e sembra proiettato verso le prime posizioni fra i "best seller" fra i duri. Unisce alla produttività anche la rusticità e la tolleranza verso la Septoria. PIGRECO, infine, viene coltivata in esclusiva per il progetto "Barilla", adatto per gli areali centro-settentrionali d'Italia. Ottima resistenza all'allettamento, soddisfa anche l'industria: buon indice di giallo ed elevata qualità della farina, anche grazie alla presenza equilibrata di glutine. SECOLO è in corso di iscrizione nel Registro Nazionale e si candida fra le più produttive mai lanciate sui panorami italiani. Ha una grande capacità di accestire e ciò permette di ridurre le dosi di seme per ettaro (160 kg/ha).

Per maggiori informazioni sui grani duri, guarda l'intervista a Gianluca Ferrazzano, Field Expert Cereals & Rice di Syngenta Italia