Fragole e limoni per chi ricicla di più

Le cooperative Sole e Sorrentagri protagoniste in Penisola Sorrentina dell'iniziativa "Isola ecologica del tesoro"

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

fragole-by-mariusz-blach-fotolia-750.jpeg

Doni per incentivare la raccolta differenziata: buona agricoltura e difesa dell'ambiente un binomio che funziona
Fonte foto: © Mariusz Blach - Fotolia

La cooperativa Sole di Parete, nel casertano, produttrice di fragole, e la cooperativa Sorrentagri di Sorrento, per il terzo anno consecutivo hanno preso parte a “L’Isola ecologica del tesoro”, iniziativa che premia i cittadini impegnati nella raccolta differenziata con fragole e limoni. Lo rende noto Lega Coop Campania con un comunicato stampa.

L’operazione - che si conclude domani - è promossa dai comuni di Sorrento e di Piano di Sorrento e da Penisolaverde, società pubblica incaricata della gestione dell’igiene urbana, in collaborazione con i consorzi nazionali per il riciclo dei diversi materiali: Comieco, Corepla, Cial, Ricrea, Coreve, Centro di Coordinamento Raee e Tetra Pak. Si è dunque confermato anche per il per il 2015 il binomio tra raccolta differenziata e prodotti del territorio, quali “tesori” della Campania, come le fragole ‘Sabrina’, prodotte dalla Cooperativa Sole, che sono state abbinate ai limoni ovali di Sorrento Igp della Cooperativa Sorrentagri, in regalo agli utenti che hanno conferito almeno 2 chili di imballaggi, tra il 21 marzo al 4 aprile.

“Per la nostra azienda - dichiara Pietro Ciardiello, direttore della cooperativa Sole – è stato naturale proseguire questa collaborazione. Gli agricoltori sono i primi a presidiare il territorio e, infatti, l’impegno della Cooperativa Sole, in oltre 50 anni di attività, lo abbiamo sintetizzato così: la terra, l’uomo e il prodotto. D’altro canto, la salvaguardia ambientale è una sorta di filiera lunga, dove tutti sono egualmente responsabili, dal produttore al consumatore, nessuno escluso. Si tratta di un investimento per il futuro dei nostri territori, che dobbiamo tutelare anche con incentivi semplici ma importanti come questi.”

“Anche quest’anno – dice Giuseppe Oliva, direttore della cooperativa Sorrentagri non abbiamo voluto far mancare il nostro contributo. L’iniziativa si è dimostrata utile e vincente per il nostro territorio e ci auguriamo che possa proseguire con sempre migliori risultati perché ci aiuta a migliorare la qualità della vita”.

E i risultati del progetto “L’Isola ecologica del tesoro”, che mira secondo gli indirizzi dei comuni promotori ad andare verso un sistema europeo del “chi inquina paga”, sono di tutto rispetto. In totale, nel 2014 sono stati distribuiti premi per circa 10 mila euro, tra prodotti del territorio (olio extravergine della Penisola Sorrentina e fragole Sabrina) e buoni sconto per la spesa. La raccolta ha registrato quantitativi importanti: 30 tonnellate di carta e cartone; 25 di vetro; 18 di plastica, alluminio e acciaio, oltre 18 mila litri di olio esausto, oltre 5.000 apparecchiature elettriche ed elettroniche.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Lega Coop Campania

Autore:

Tag: prodotti tipici rifiuti

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.509 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner