Selenella, attenzione alla qualità e all'ambiente

Il Consorzio Patata Italiana di Qualità ha attivato il Life Cycle Assessment, il processo di valutazione del ciclo di vita del prodotto di filiera

Contenuto promosso da Consorzio Patata Italiana di Qualità
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

selenella-confezione1.jpg
I limiti posti dalla scarsità delle risorse e dalla necessità di preservare la qualità dell’ambiente in cui viviamo impongono di trovare soluzioni di vita sostenibili. In una realtà dove la tematiche legate all’ambiente e alla sua tutela si fanno sempre più importanti e decisive per il futuro, diventa di fondamentale importanza l’impegno dei singoli e delle aziende affinché l’impatto ambientale dovuto alla produzione sia il più contenuto possibile.

Il Consorzio Patata Italiana di Qualità da sempre ha fatto della tutela del territorio e dell’ambiente uno degli elementi della propria missione.
Lo dimostra l’impegno per limitare le emissioni di CO2 che è l’obiettivo che il Consorzio si prefigge con l’attivazione di uno studio volto a misurare l’influenza sull’ambiente della sua produzione.

“Se a livello della produzione industriale l’applicazione di uno studio LCA risulta essere standardizzata – spiega Giuliano Mengoli, direttore del Consorzio Patata Italiana di Qualità - ciò non si può dire per le fasi di produzione primaria.
Gli ecosistemi di produzione agricola infatti possono presentare una elevata variabilità climatica e agronomica anche in contesti produttivi molto simili.
Il Consorzio Patata Italiana di Qualità ha intrapreso questo studio per poter individuare possibili aree di miglioramento nei processi produttivi e di confezionamento che possano contribuire alla tutela ambientale, coerentemente agli interventi già adottati come  l’adozione di tecniche di produzione integrata”.


Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 229.784 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner