Scuola italiana di potatura della vite, i corsi

Organizzati dai Preparatori d’uva in collaborazione con il Consorzio vini di Romagna, si terranno il 25, 26 e 27 novembre al Polo tecnologico di Tebano (Ra)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

scuola-di-potatura-preparatori-uva.jpg

Tebano (Ra), dal 25 al 27 novembre 2013

La Scuola italiana di potatura della vite realizza anche per l’annata agraria 2013/2014 – in collaborazione con il Consorzio vini di Romagna - un corso al Polo Tecnologico di Tebano (Ra). Dallo scorso anno la Romagna si è affiancata alle altre grandi aree del vino italiane dove i Preparatori d’Uva, Marco Simonit e la sua squadra – avendo come partner università e istituti di ricerca – hanno aperto le sedi di questa scuola permanente, unica nel suo genere in Italia ed Europa.
 
Aperta a tutti (addetti ai lavori, studenti, appassionati del verde e di natura), la Scuola si articolerà in quattro giorni di lezione per un totale di 32 ore formative. I primi tre giorni sono in programma il 25, 26 e 27 novembre, con 24 ore di corso focalizzate su teoria e pratica della potatura ramificata sulle forme di allevamento a taglio corto e lungo. Saranno date nozioni di anatomia, morfologia e patologia della vite. Alla parte teorica si affiancherà quella pratica, con dimostrazione di potatura da parte dei tutor (in cui verranno evidenziate manualità e postura corrette) e esercitazioni individuali di potatura. Il quarto giorno si terrà nella primavera 2014 per  la gestione dei lavori in verde. A chi supererà gli esami finali sia di potatura secca che di potatura verde, sarà rilasciato un attestato di frequenza. Il costo è di 320 euro, per gruppi di più di cinque persone è previsto uno sconto del 10% (288 euro).

L’obiettivo della Scuola è insegnare il metodo di potatura ramificata della vite messo a punto da Simonit&Sirch e ormai adottato da oltre 130 fra le principali cantine italiane ed europee.
Una volta che si apprende il nostro metodo, si è poi in grado di potare su tutte le forme dei vigneti- spiega Marco Simonit -. Le grosse ferite da taglio compromettono il sistema linfatico della vite perché provocano il disseccamento interno del legno e le piante così potate invecchiano precocemente. Perciò abbiamo messo a punto un sistema di potatura conservativa, rispettosa dell’integrità e della continuità del flusso linfatico della pianta. Una potatura ramificata, con piccoli tagli sul legno giovane, orientati sempre sullo stesso lato (per separare il legno vivo da quello secco che si forma dopo un taglio di potatura), poco invasivi. Le piante con un sistema linfatico integro mostrano maggiore omogeneità di risposta vegeto-produttiva, si sviluppano in modo omogeneo, sono più longeve e costanti nella qualità del prodotto”.


Per informazioni e iscrizioni:
web: www.simonitesirch.it,  mail:  scuola@preparatoriuva.it, Tel. 0432.752417

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.480 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner