Sinergie per l'orticoltura, 'un momento di confronto fra industria e produttori'

Intervista a Roberto Baggio, Head of Sales Syngenta - Italia in occasione della tappa del roadshow 'Sinergie per l'orticoltura' dedicata al pomodoro da industria

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

syngenta-sinergie-orticoltura-volo-drone-pomodoro-da-industria-lagosanto-26-7-2013.jpg

Una visione dell'alto di uno dei campi prova dedicati a Sinergie per l'orticoltura

Protezione, genetica, ausiliari, servizi: un approccio olistico per offrire soluzioni integrate all'orticoltore professionale. Sono quattro parole chiave che guidano il roadshow organizzato da Syngenta che sta incontrando produttori, tecnici, distributori dal sud al centro fino al nord Italia: "Sinergie per l'orticoltura".
Molti i perché dell'evento: li ha raccontati ad AgroNotizie Marco Cantoni in un'intervista rilasciata durante la tappa piemontese. Scopo principale è quello di valorizzare le produzioni orticole italiane e aiutare l'agricoltore a vincere le sfide odierne, messe in luce anche durante l'appuntamento dedicato al pomodoro da industria, svoltosi a Lagosanto (Fe) presso l'azienda Salvi:
• miglioramento del processo produttivo
• razionalizzazione dei costi di produzione
• innovazione, distinguibilità e tipicità
• competitività e difficoltà di accesso ai mercati
• nuovi requisiti richiesti: impronta carbonica (Cfp); ottimizzazione dell'utilizzo del suolo e delle risorse idriche.

Focus sulle varietà a frutto prismatico durante la tappa ferrarese del road show: da Comancix a Fortix, da Safaix a Suomy, fino alle novità Simplex e Murphy. I risultati della genetica Syngenta sono stati i protagonisti, insieme alle soluzioni per la difesa del pomodoro da industria, in particolare da peronospora data la gravità della situazione riscontrata quest'anno.
On line è possibile sfogliare il pdf contenente tutti i dettagli: "Linea pomodoro da industria".

Di seguito, la video-intervista a Roberto Baggio, Head of Sales Syngenta - Italia:
"C'è una forte interazione fra genetica e chimica che consente di ottenere un prodotto con caratteristiche di resa produttiva e sicurezza, con livelli di residui minimi, e rendimento nei processi di trasformazione"


L'opinione dei partner: "La collaborazione con Syngenta ci ha fatto crescere"

Silvia Salvi, Società Agricola Salvi Vivai s.s., gestisce un'azienda di 1.000 ettari nel basso ferrarese. Oltre al vivaio, sono in rotazione varie colture estensive/da industria.
"Secondo me per la gestione della coltura è importante la qualità. Negli ultimi anni le industrie stanno diventando sempre più esigenti. Alcune di esse premiano la qualità. E' quindi fondamentale avere "qualcosa" che parte dalle innovazioni varietali, fino alla gestione della pianta, della difesa e della produzione".
"Questo lo facciamo con Syngenta" sottolinea Silvia Salvi "La filiera è una struttura fondamentale per crescere in agricoltura. La collaborazione con Syngenta è sempre in crescita. Anche quest'anno le prove condotto hanno avuto un ottimo risultato. Si è vista soprattutto l'efficacia dei prodotti contro la peronospora, in un anno come questo in cui i problemi generati sono stati grossi. Anche nell'ambito delle nuove varietà abbiamo visto da parte di Syngenta un'evoluzione nella genetica".
 


 

L'opinione dei clienti: "Innovazione varietale e difesa: è importante avere un unico interlocutore"

Marco Ruffato, Società Cooperativa Agricola Patfrut, si occupa di pomodoro e altre colture industriali agricole. Patfrut è socio di Conserve Italia a cui viene conferito il 95% della produzione.
"Un'annata particolarmente difficile per il pomodoro a causa dei ritardi - di almeno 10-15 giorni - nei trapianti dovuti alle condizioni meteo avverse" sottolinea Ruffato. "Dal punto di vista tecnico, l'altalenarsi delle temperature comporta la comparsa di malattie quali peronospora e alternaria. Possiamo sottolineare la validità della linea Syngenta nel controllare le principali malattie del pomodoro."
"Abbiamo constatato l'impegno nella ricerca di nuove varietà che aiutano noi tecnici a migliorare la loro performance in campagna. Le varietà sono migliori a livello sia di tenuta, sia di brix e qualità. Avere un unico interlocutore che ci dia un supporto è per noi importante".

Fotogallery