Copa-Cogeca: "I neonicotinoidi aumentano le rese"

L'affermazione alla luce dello studio condotto dall'Humboldt forum for food and agriculture sui benefici legati a un trattamento innovativo delle sementi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

semi-sementi-fonte-wax115-morguefile-com-archive-display-119575.jpg

Sementi e neonicotinoidi: la posizione del Copa-Cogeca

In base allo studio pubblicato il 9 gennaio 2013 dall'Humboldt forum for food and agriculture relativo all’uso di neonicotinoidi per il trattamento delle sementi nel settore europeo dei seminativi, il Copa-Cogeca ha dichiarato che i trattamenti aumentano significativamente le rese, il che riveste una grandissima importanza alla luce dell'estrema volatilità del mercato, dell'incremento dei costi dei fattori di produzione, delle condizioni meteorologiche avverse e della crescente domanda alimentare mondiale.

 

"Il trattamento - nota il Copa-Cogeca - consente di ottenere proventi per 4 miliardi di euro, promuovendo l'occupazione nelle zone rurali dell'Ue, e dimostra i benefici della ricerca e dell'innovazione". I risultati di tale studio indicano che il ricorso a trattamenti a base di neonicotinoidi in agricoltura non solo costituisce un grande vantaggio economico per gli agricoltori, ma grazie a un miglioramento delle rese garantisce anche una maggiore produzione di materie prime per l'industria alimentare e di mangimi per l'allevamento.

 

Ciò è più importante che mai data l'attuale esiguità delle scorte mondiali di cereali e la scarsità del raccolto cerealicolo mondiale nel 2012, il peggiore degli ultimi cinque anni. Il trattamento protegge le colture dai danni causati da insetti, soprattutto la colza, per la quale spesso non vi sono trattamenti alternativi. Senza tale trattamento, vi sarebbe una sostanziale diminuzione della produzione europea di colza e, dunque, della produzione di mangimi e materie prime destinate all'industria alimentare, nonché maggiori danni ambientali. 

 

Gli agricoltori sarebbero obbligati a modificare radicalmente il loro modello aziendale e i loro metodi di produzione. Il trattamento presenta inoltre dei vantaggi per la salute, assicurando vegetali sani e cereali con livelli inferiori di micotossine. 

 

Allo stesso tempo, fornisce opportunità occupazionali a 50.000 persone nelle zone rurali dell'Ue: un dato particolarmente importante nel contesto dell'attuale crisi economica.

 

Il Segretario generale del Copa-Cogeca, Pekka Pesonen, ha ribadito che “è la prima volta che viene condotto uno studio di questo tipo, che quantifica i vantaggi socioeconomici di questo trattamento delle sementi nell'Ue. Lo studio sottolinea che la produzione agricola non può essere più data per scontata e che gli agricoltori hanno bisogno di un armamentario tecnologico completo per migliorare l'efficienza nell'uso delle risorse restando competitivi”.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.907 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner