Roma, va in scena la frutta

Tradizionale mostra pomologica organizzata dal Centro di ricerca per la frutticoltura. Sabato 21 luglio ore 8

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mostra-pomologica-cra-frutticoltura-21-luglio-2012.jpg

Roma, sabato 21 luglio 2012

Torna il consueto appuntamento con la mostra pomologica della frutta al Centro di ricerca per la frutticoltura di Roma. L'evento, arrivato alla 52ma edizione, si terrà sabato 21 luglio alle 8.

Visto il periodo, coincidente con l’epoca di maturazione della grande maggioranza delle varietà delle specie frutticole più coltivate in Italia, saranno presenti numerosi campioni di cultivar commerciali, accanto ai quali si potrà osservare l’esposizione delle varie accessioni provenienti dalla collezione del germoplasma delle risorse genetiche delle piante da frutto, mantenute presso il Centro. Anche i più importanti vivaisti italiani porteranno le loro novità più recenti.

Il programma della manifestazione prevede, inoltre, la presentazione dei risultati di Innova relativi alle specie del pesco e ciliegio. Innova, acronimo di innovazione varietale è un progetto che fa parte di Frumed, finanziato dal Mipaaf, finalizzato alla selezione di nuovo materiale genetico che meglio si adatta alle aree meridionali.

I presenti a questa edizione della mostra saranno omaggiati della monografia di tutte le cultivar ottenute dall'Istituto sperimentale per la frutticoltura (ora Cra, Centro per la ricerca per la frutticoltura) dalla sua costituzione nel 1967 alla sua chiusura nel 1997. Il volume, appena stampato, contiene la descrizione di ben 177 cultivar appartenenti a 12 specie frutticole differenti quali: albicocco, ciliegio, fragola, mandorlo, melo, nespolo giapponese, nocciolo, noce, pero, pesco e nettarine, susino, uva da tavola e sarà brevemente illustrato dal suo coordinatore, Carlo Fideghelli.

 

Scarica il programma in formato pdf

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner