Fruitaly 2010: obiettivo 'innovazione'

Frutticoltura: novità varietali e dei mezzi tecnici in mostra a Faenza

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

fruitaly2010.taglionastro.jpg

Il taglio del nastro di Fruitaly 2010
Fonte foto: Agronotizie

Nelle giornate di giovedì 29 luglio 2010 e di venerdì 30 luglio 2010 si è tenuta, presso l'Ipsaa Persolino di Faenza, la seconda edizione del Fruitaly, la mostra dell'innovazione in frutticoltura. All'inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, l'assessore alle politiche agricole e all'ambiente di Faenza Roberto Savini, il presidente del Cav Centro attività vivaistiche Carlo Dalmonte, il presidente del Consorzio agrario di Ravenna e di Idrologica srl Raimondo Ricci Bitti e il professor Guglielmo Costa, direttore del Dipartimento di Colture arboree dell'Università di Bologna.

La manifestazione ha visto la partecipazione di tutte le più importanti aziende vivaistiche associate al Cav, che hanno presentato le novità varietali, mentre il Consorzio agrario di Ravenna, in collaborazione con alcune aziende produttrici di agrofarmaci e fertilizzanti, hanno portato in mostra l'innovazione dei mezzi tecnici. Idrologica srl ha invece esposta tutte le novità nel campo della tecnica irrigua. L'edizione 2010 di Fruitaly ha visto la partecipazione di oltre mille operatori del settore, provenienti dalle più importanti aree frutticole nazionali. Non sono inoltre mancati visitatori stranieri provenienti dai Paesi balcanici, da Paesi europei e mediterranei, come esponenti della ricerca, della formazione superiore e universitaria, imprenditori italiani e stranieri e rappresentanti delle organizzazioni agricole.

"Questa manifestazione - spiega Giovanni Malpezzi sindaco di Faenza - vuole rappresentare per la città e per la sua comunità un momento importante per esprimere le necessità del tempo in cui viviamo. Da una parte il coinvolgimento dei giovani, obiettivo che mi sono prefissato in campagna elettorale, grazie alla partecipazione ed alla collaborazione dell'Ipsaa Persolino alla manifestazione, dall'altra la grande voglia di innovazione della quale abbiamo bisogno e che ci permetterà di uscire dalla crisi che tutti stiamo vivendo".

"Per poter avere un'agricoltura competitiva oggi - spiega Roberto Savini, assessore alle Politiche agricole e all'ambiente di Faenza - sono necessari quattro elementi: l'organizzazione dell'intera filiera produttiva, l'innovazione, la formazione allo scopo di avvicinare i giovani a questo mondo e creare una cultura adatta a loro e gli investimenti in modo da creare un futuro reale e concreto".

"L'innovazione - spiega Carlo Dalmonte, presidente del Cav - gioca un ruolo importante nel mondo agricolo. Senza di essa si rischierebbe di rimanere legati al palo con il rischio di non svilupparsi e di perdere le prospettive future e di crescita. Inoltre per dare un futuro a questa nostra agricoltura è importante creare un gioco di squadra in modo da creare collaborazioni e sinergie". Frutti in mostra durante la manifestazione

"Le novità in frutticoltura - spiega Guglielmo Costa, direttore del Dipartimento di Colture arboree dell'Università di Bologna - sono il motore dello sviluppo nel nostro territorio, ed tra tutte il miglioramento genetico rappresenta un elemento di grande importanza. Basti pensare come l'inserimento delle ciliegie serie Star abbia rappresentato un grande miglioramento ed innovazione nella cerealicoltura italiana e mondiale. Sempre in termini di innovazione non dobbiamo dimenticarci della ricerca per individuare possibili risoluzioni di gravi problemi, come ad esempio la batteriosi dell'actinidia, nel soddisfacimento delle esigenze del consumatore per garantirgli sempre di più frutti buoni e di qualità, dell'utilizzo delle biodiversità per valutare nuove possibili frontiere. E' giusto anche ricordare che in Emilia-Romagna abbiamo un sistema funzionante e collaudato per quanto riguarda l'organizzazione della filiera ortofrutticola, ma non dobbiamo sederci sugli allori e continuare ad impegnarci e lavorare, grazie anche ad investimenti sia tecnologici che per la comunicazione. E' infatti importante spiegare alla gente cos'è l'agricoltura e cosa si muove al suo interno: una volta, da bambini, quando ci chiedevano cosa ci veniva in mente pensando alla lettera C, rispondevamo ciliegia; oggi alla stessa domanda i bambini risponderebbero più facilmente computer".

Le innovazioni varietali

Quadrifoglio Vivai: Le novità principali che presentano sono le nettarine a polpa gialla Lami® Nectar  (+14 da Stark Red Gold) e Lami® Dòlza 2* (+14 da Redheaven) e le pesche a polpa gialla Lami® Dòlza 3* (+19 da Redheaven) e Lami® Spèpla* (+9 da Redheaven). (Vedi articolo su Agronotizie.it)

Geoplant: Per quanto riguarda l'azienda di Savarna la vera novità portata in questa manifestazione è rappresentata da Gea*, nettarina a polpa gialla selezionata in Romagna. L'albero è rustico, di scarso vigore, portamento espanso, maturazione intermediaed elevata produttività. Il frutto presenta elevata pezzatura, sovraccolore rosso brillante esteso sul 90-100% dell'intera superficie, forma sferica regolare e simmetrica. La polpa è di elevata consistenza, colore giallo, nocciolo spicco di medie dimensioni. Ottimo sapore con gusto sub-acido.

Vivai Dalmonte Guido e Vittorio: Per i vivai faentini le novità principali sono la pesca bianca Concettina* (Vedi articolo su Agronotizie.it), la susina cino-giapponese Serena*, la pesca a polpa bianca Maria Bianca e le due pesche a polpa gialla Lamì® Dolza 3* e Lamì® Spepla*.

Civ Consorzio italiano vivaisti: L'azienda ferrarese è molto attenta da sempre all'innovazione varietale e negli ultimi anni ha sviluppati diverse interessanti selezioni di pesche e nettarine. Al Fruitaly ne ha presentate diverse tra cui una nettarina a polpa gialla denominata Civ- B4.

Vivai Calderoni: Da diversi anni propone interessanti novità con attenzione a costitutori francesi ed americani. Tra le varietà presentate si ricorda la susina europea Owen T*, le nettarine gialle Cristal®Monries* e Carene® 23-13-03* e la nettarina a polpa gialla di forma piatta Mesembrine*.

Vivai F.lli Zanzi: Le novità presentate possono essere riassunte in Ealy Queen, la susina cino-giapponese più precoce in commercio, le pesche del gruppo Royal, la nettarina bianca Magique®Maillarmagie* e la pesca a polpa bianca di forma piatta Sweet Cap®Maillarflat*.

Vivai Daniele Neri: Per il vivaio di Reda le varietà presentate sono quelle che ricoprono il gruppo Romagna®. Tra le più interessanti per epoca di maturazione, visto anche il periodo della manifestazione, abbiamo Romagna Top®*, Romagna Gold®* e Romagna Queen®*.

Vivai Battistini Azienda Agricola: Il vivaio cesenate pone in mostra diverse coltivar ma tra le più nuove e di recente introduzione si ricordano Rebus 28*, Rebus 195*, Plane Sun® e Concettina*

Vivai Convi: Per il vivaio di Brisighella le più importanti novità in termini di caratteristiche e di maturazione sono Ufo 3*, Platinet 4*, Platinet 3*, Platinet 2*, Kalos 4*, Kalos 3*, Kalos 2*, Kalos 1*, Farbaly*, Faralia*, Medaga*, Mediabel* e Primaya*. (Vedi articoli in Agronotizie.it per Varietà del Cra di Roma e per Carmingo®)

Vitroplant: Anche per questo vivaio alcune interessanti novità sono state presentate durante la manifestazione. Tra quelle più accattivanti ricordiamo la nettarina a polpa gialla Luciana, la nettarina bianca a forma piatta Flat Pretty e la nettarina gialla Garofa.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare agrofarmaci frutticoltura ortofrutta fertilizzanti mostra pomologica

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.801 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner