Geoplant presenta in Italia un nuovo kiwi

Un frutto migliorativo di Hayward dalla tecnologia neozelandese

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Kiwi_tsechelidis_geoplant_frutto.jpg

Fonte foto: Geoplant Vivai

Arriva in Italia un nuovo kiwi a polpa verde dalle caratteristiche sorprendenti.

La cultivar nasce dall'attività di miglioramento genetico dell'azienda Agrohara. Grazie ad una partnership tra la stessa Agrohaha e Geoplant Vivai di Savarna (Ra) questa nuova cultivar arriva in Italia in esclusiva. I frutti vengono commercializzati tramite una partnership commerciale dall'azienda neozelandese Enza/Turners & Growers PIC.

 

 

 

 

 

'Questa nuova varietà denominata Tsechelidis appartiene come Hayward all'Actinidia deliciosa - spiega Luca Pasi di Geoplant - e presenta aspetto tipico della specie ma con caratteristiche migliorative rispetto ad Hayward.

Essa infatti è autocompatibile al 70% e non richiede impollinatori specifici. La produttività risulta mediamente maggiorata dell'80% rispetto ad Hayward, con una pezzatura (160-170 gr) e uniformità elevate.

Inoltre dal punto di vista agronomico non necessita di diradamento, permettendo così un notevole risparmio di tempo e di denaro. L'epoca di maturazione è leggermente più precoce di Hayward (-10 gg).

Dal punto di vista organolettico risulta di sapore tipico del kiwi (per gusto ed aroma) ma con un contenuto in Vitamina C doppio. La sua conservabilità è elevata consentendo una gestione del frutto adeguata alle esigenze del mercato e del consumatore.'

 

Per qualunque informazione contattare Luca Pasi al numero di telefono 0544 533269 o all'indirizzo di posta elettronica info@geoplantvivai.com.

 

 

 

 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Geoplant Vivai Società Agricola

Autore:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.801 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner