Albicocco: da Escande qualità e servizio per tutto l'anno

Importanti collaborazioni per il vivaio francese, sempre più presente sul mercato italiano

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Albicocco escande bigred.jpg

Vivai Escande, novità e varietà

Vivai Escande sono un'azienda molto attenta alla ricerca ed all'introduzione di nuove varietà. Negli ultimi anni hanno prodotto diverse nuove interessanti varietà grazie ad un'intensa attività di miglioramento genetico.
'Grande impegno è stato profuso verso albicocco, susino cino-giapponese, melo e pero" dice Benoit Escande, direttore del vivaio. "Per quanto riguarda l'albicocco le varietà recentemente introdotte sono risultate fortemente innovative e di valore, tanto da essere utilizzate da molti agricoltori per costituire nuovi impianti. Inoltre sono risultate appettibili dal mercato e dai consumatori per caratteristiche estetiche, per qualità organolettiche e per conservabilità".
 
Anche quest'anno i Vivai Escande hanno deciso di partecipare a diverse manifestazioni ed eventi per essere più vicini agli agricoltori, ai tecnici ed a tutti gli operatori del settore. Tra queste manifestazioni ricordiamo il Macfrut di Cesena che si terrà dal 7 al 9 ottobre 2009 e Agrilevante di Bari che si terrà dall'8 all'11 ottobre 2009.
Per rappresentare e gestire meglio il loro marchio, i Vivai Escande hanno creato l'anno scorso la società Benoit Escande Edition (BEE). Grazie a BEE  i Vivai Escande studiano e sviluppano nuove varietà, le promuovono, e creano collaborazioni internazionali trovando nuovi mercati per i propri prodotti. BEE inoltre protegge la proprietà intelletuale delle proprie varietà gestendo i brevetti, marchi e royalties.
 
Le nuove varietà di albicocco
Presenta pianta a vigore elevato, con un portamento assurgente (si consiglia di aumentare il numero delle branche in fase di allevamento). L'epoca di maturazione è precoce (10 gg dopo Pinkcot® Cotpy*, 5 giorni dopo Orangered® Barth*, 3 giorni prima di Goldrich). La raccolta si effettua in 2 - 3 stacchi ed è molto importante non anticiparla visto anche che il colore tende a formarsi presto (tipo Kioto) e, grazie alla notevole tenuta dei frutti sull'albero, non c'è bisogno di andare di fretta. Il calibro aumenta negli ultimi giorni, alla giusta maturazione del frutto. La potatura deve essere indirizzata allla fruttificazione sulle formazioni corte (mazzetti di maggio e dardi). E' consigliabile eseguire interventi di rinnovo per mantenere perenni gli organi fruttiferi e porre attenzione a non sprecare i ricacci all'interno della chioma, visto che sono difficili da ottenere. L'entrata in produzione è buona e rapida, anche se in ogni caso bisogna avere il buon senso di non far produrre i rami di un anno per non pregiudicare la qualità dei frutti.
La fioritura è da abbondante a normale e l'epoca di fioritura è posizionata in epoca Tom Cot® Toyaco* e Goldrich. L'impollinazione è obbligatoria e le varietà adatte a questa pratica sono Tom Cot® Toyaco*, Soledane*, Pinkcot® Cotpy*, Sylred*, Spring Blush®3126TH*, Early Blush® Rutbhart* e Sweet Red® Redsylver* (inserendo, per sicurezza, due varietà impollinatrici nel frutteto).
Il frutto appare d'aspetto eccezionale, con una sfaccettatura ('blush') rosso viva estesa su oltre il 75 - 85% della superficie dei frutti esposti al sole. E' di forma rotonda, con colore di fondo aranciato intenso (fino a 9 del codice colore Ctifl). La pezzatura è buona, ripartita nella misura del 65% di 2A e 35% di 3A, in condizioni di carico produttivo normale. Allo stato attuale delle conoscenze, si può stimare un potenziale produttivo di 35 t/ha in frutteti adulti. La pezzatura è influenzata da un diradamento precoce. La buccia, di spessore medio, presenta delle leggere irregolarità al tatto. E' dotata di buona resistenza a manipolazioni e a calibratura meccanica. Può essere sensibile a macchie nella cavità peduncolare se le piante sono sovraccariche. La polpa è soda, di colore aranciato intenso, sapore molto buono, elevato profumo ed elevata succosità. La conservazione è da molto buona a normale per l'epoca. La tenuta in frigorifero raggiunge le 2 settimane ed 1 settimana su scaffale.
Vivai Distributori: Dalmonte Guido e Vittorio, Vivai Convi, Geoplant Vivai, COVIL Consorzio Vivaisti Lucani, Vivai Piante Battistini, Vivai Taroni.
 
Presenta una maturazione molto precoce (da uno a due giorni dopo Early Blush® Rutbhart*, durante il secondo stacco, e 3 a 4 giorni prima di Sylred*), buon vigore, portamento dell'albero semi-eretto e richiede che le branche vengano aperte. La potatura deve stimolare l'emissione di nuovi rami dai mazzetti di maggio sul legno vecchio. Per ottenere frutti di qualità occorre indirizzare la produzione su legno di due anni e su dardi fioriferi. Si consiglia di effettuare spuntature sul verde durante la formazione dell'albero per aumentare il numero delle branche. E' facile ottenere un buon rinnovo della vegetazione all'interno della chioma. La raccolta avviene in 2-3 passaggi. E' molto importante che il primo stacco non inizi prima che i frutti abbiano raggiunto un colore di fondo di 7 (minimo) - 8 del codice-colore Ctifl. L'entrata in produzione è buona e rapida ed in ogni caso è prudente non far produrre subito la varietà sui rami dell'anno per ottimizzare il livello qualitativo. Buona risulta anche la tenuta dei frutti sull'albero. La fioritura avviene in epoca Tom Cot® Toyaco*. Ed è di medio-elevata intensità. I fiori sono autosterili e quindi l'impollinazione è obbligatoria con le varietà consigliate che risultano essere Tom Cot® Toyaco*, Soledane*, Pinkcot® Cotpy*, Sylred*, Big Red® EA4006*, Early Blush® Rutbhart* o Sweet Red® Red sylver*. Per sicurezza si consiglia di inserire due varietà di impollinatori nel frutteto.
 
Il frutto apppare di bell'aspetto, forma rotonda/ovale, con colore di fondo aranciato intenso, sovraccolore a 'blush' luminoso molto appariscente rosso uniforme su oltre il 60 - 70% della superficie dei frutti esposti al sole, elevata pezzatura (2A-3A). Allo stato attuale si può stimare il potenziale produttivo in 15 t/ha in frutteti adulti, ma si valuta che possa aumentare ulteriormente con una messa a punto dei vari aspetti di tecnica colturale che sono oggetto di studio presso le stazioni sperimentali. La buccia è di spessore medio, con un'ottima resistenza alle manipolazioni, calibratura e confezionamento. Può essere sensibile a macchie se le piante sono state 'spinte' con un'eccessiva fertilizzazione azotata nei primi due anni di fruttificazione. Il fenomeno è stato osservato su alberi reinnestati. La polpa è aranciata, succosa e soda presenta un buon sapore (se la raccolta è stata effettuata ad un corretto stadio di maturazione), e con la capacità di conservazione elevata per un frutto di quest'epoca. Buona tenuta in frigorifero (una settimana) e in scaffale (una settimana), grazie alla buccia consistente e alla struttura della polpa. 
Vivai Distributori: Dalmonte Guido e Vittorio, Vivai Convi, Geoplant Vivai, COVIL Consorzio Vivaisti Lucani, Vivai Piante Battistini, Vivai Taroni.
 
Altre varietà di albicocco sono Sylred*, Sweet Red®, Pinkcot®, Silvercot® e Kyoto*.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Vivai Escande

Autore:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 244.279 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner