AgroInnovAzione

AgroInnovAzione
L'innovazione scende in campo: un filo diretto tra ricercatori e agricoltori. Per produrre di più con meno, puntando sulla qualità.

10 lug Zootecnia

Beeskin, analisi multiresiduali gratis per i fornitori di cera

La startup che produce la pellicola per alimenti, che sostituisce quelle plastiche, offre questa opportunità agli apicoltori per reperire prodotti privi di residui e cercare di mappare anche l'uso degli inquinanti
beeskin-pellicola-by-beeskin-jpg

Matteo Giusti di Matteo Giusti

Beeskin, la startup che ha lanciato la pellicola per alimenti riutilizzabile a base di cotone e cera d'api, fa un appello e un'offerta a tutti gli apicoltori e produttori di cera dell'Europa e del Nord Africa: analisi multiresiduali gratis a chi si impegna a conferire 200 chilogrammi di cera all'anno. L'obiettivo dell'azienda è reperire sul mercato cera di buona qualità per i suoi prodotti e allo stesso tempo fare un monitoraggio della presenza di ...

10 lug Agrimeccanica

Internet of Things: nulla è impossibile

Vigneti, frutteti o campi anche molto isolati possono ora essere monitorati da sensori che raccolgono e trasferiscono dati a grandi distanze consumando poca energia
sensore-ixemwine-vigneto

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

Chi pensa che l'Internet of Things - IoT in ambito agricolo non possa essere applicato ovunque, persino in appezzamenti remoti, si sbaglia. Nessun campo è più abbandonato a se stesso se si utilizzano le giuste soluzioni per la raccolta e il trasferimento wireless di dati agrometeorologici o relativi alla bagnatura fogliare. La disponibilità di queste informazioni in tempo reale permette agli agricoltori - anche quelli poco organizzati e dotati di scarse ...

L'intelligenza artificiale al servizio dell'irrigazione in vigna

Il progetto Sapience ha come obiettivo quello di ottimizzare l'utilizzo della risorsa idrica in vigneto e remunerare gli agricoltori parsimoniosi grazie alla tecnologia blockchain
progetto-sapience-750

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

L'acqua rappresenta un costo e una risorsa importante per la viticoltura, specialmente nelle zone di montagna. Fondamentale per la crescita delle viti, negli ultimi anni sta diventando sempre più scarsa e dal costo talvolta importante se ...

8 giu Zootecnia

Capre, ad allontanare il lupo ci pensa un collare 4.0

Pietro Orlando è un giovane pastore calabrese che ha sviluppato un collare ad ultrasuoni per tenere lontani i lupi dalle capre. Ma lo stesso sistema è usato anche contro i cinghiali ed altri ungulati
pietroorlando750

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

I lupi rappresentano un cruccio per gli allevatori, soprattutto per quelli che vivono in aree isolate sugli Appennini e lasciano i capi al pascolo anche di notte. Come abbiamo scritto in questo articolo in Italia oggi vivono circa 1,2-2mila lupi, ...

Un rover per muoversi in vigna quando il terreno è fangoso? Ora c'è

Un rover anfibio in grado di lavorare in condizioni proibitive. Permette di far guadagnare tempo, ma soprattutto va nella direzione della sostenibilità: meno inquinamento in vigneto e possibilità di risparmiare input
winegrover-rover-anfibio-da-usare-in-vigna-apr-2020-novel-farm-fonte-barbara-righini

Barbara Righini di Barbara Righini

Dal progetto 'AgriDrone Vision', portato avanti da Setel, azienda che si occupa di ingegneria e da alcuni enti di ricerca (fra questi l'Università della Tuscia e il Cnr Imm), è nato Winegrover. Si tratta di un rover ...

Una serra completamente autosufficiente? Ora c'è

Da prototipo a realtà. Il sistema inventato dalla startup siciliana Saba Technology si chiama 'Easy Drop' ed è in grado di condensare dall'atmosfera acqua a sufficienza per irrigare una serra di 600 metri quadrati
serra-prototipo-easy-drop-novelfarm-mar-2020-articolo-barbara-righini-fonte-saba-technology

Barbara Righini di Barbara Righini

Trecento litri d'acqua generati al giorno per rendere autonoma una serra tradizionale, coltivata a orticole. La serra completamente autosufficiente, sia dal punto di vista energetico sia per quanto riguarda l'irrigazione esiste e a ...

Vino, tre idee che fanno la degustazione smart

Dal 'microonde' che raffredda la bottiglia in tre minuti, all'apparecchio per versare il vino senza togliere il tappo, fino al decanter 4.0. Ecco tre prodotti che stanno cambiando il modo di bere vino
juno-750x500

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

L'innovazione tecnologica sta cambiando il modo in cui il vino viene prodotto, ma anche bevuto. Dimentichiamoci i cavatappi vecchio stile. Abbandoniamo i decanter in vetro in cui far ossigenare il vino prima di berlo. Diciamo addio alla paura ...

30 gen Agrimeccanica

Quando la tecnologia aiuta la produzione. Il caso di Cab Massari

La cooperativa braccianti ha intrapreso la strada dell'agricoltura di precisione, con ottimi risultati. E oggi con il credito di imposta anche i piccoli possono effettuare investimenti in questo ambito
cab-massari-750x500

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Cento soci, 2.450 ettari tra Ravenna e Ferrara, un fatturato di 10 milioni di euro. Sono questi i numeri di Cab Massari, la Cooperativa agricola braccianti nata alla fine dell'Ottocento nel contesto della lotta per liberare i lavoratori ...

Mosca dell'olivo, la svolta della difesa in un gene

Grazie all'individuazione del gene che determina il sesso nella famiglia delle Tephritidae (mosca dell'olivo, mosca orientale della frutta e mosca mediterranea della frutta) si aprono interessanti prospettive per la difesa delle colture
mosca-olivo-bactrocera-oleae-by-dipartimento-scienze-agrarie-universita-pisa-jpg

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

All'interno della famiglia delle Tephritidae sono presenti centinaia di specie di mosche dannose per l'agricoltura. Prima fra tutte la mosca dell'olivo, che ogni anno flagella le coltivazioni italiane costringendo gli ...

Il basilico in fondo al mare

L'Università di Pisa ha diffuso i risultati delle analisi fatte sul basilico coltivato nelle biosfere dell'Orto di Nemo, sotto il mar Ligure, scoprendo che ha aspetti qualitativi anche superiori a quello coltivato sulla terraferma
basilico-orto-nemo-by-universita-pisa-jpg

C'è un basilico che cresce sotto il mare e che per molti aspetti è anche meglio di quello che cresce sulla terraferma. Detta così sembra una cosa piuttosto bislacca, invece è una realtà interessante, ...

L'agricoltura entra nell'era dei satelliti

Si moltiplicano le società che offrono servizi via satellite per garantire connettività in campagna e monitoraggio delle colture. Ecco le innovazioni più interessanti presentate al World Agri-Tech
iceye-750x500

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Il 20 luglio 1969 l'uomo ha messo il primo piede sulla Luna. A cinquanta anni di distanza lo spazio intorno alla terra si è fatto molto affollato, con un numero impressionante di satelliti che ruotano intorno al pianeta trasmettendo ...

Otto startup che hanno lasciato il segno al World Agri-Tech

Satelliti per le telecomunicazioni, monitoraggio delle api, sensori per individuare derrate avariate e agrofarmaci a base di amebe. Ecco le otto startup più interessanti che abbiamo incontrato durante il World Agri-Tech Innovation Summit
hiber-startup-world-agri-tech-750x500

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

L'innovazione può giungere da fonti inaspettate e talvolta assume la forma di una startup. Durante il World Agri-Tech Innovation Summit, l'evento che ogni anno richiama a Londra e a San Francisco aziende, ricercatori e fondi ...

23 ott Zootecnia

Beeing, tecnologia e stile per l'apicoltura urbana e non solo

Abbiano incontrato Roberto Pasi e Gabriele Garavini, fondatori di una startup tutta italiana che produce attrezzature per apicoltura, unendo soluzioni tecnologiche e design con un successo che sta crescendo
beeing-arnia-by-beeing-jpg

Matteo Giusti di Matteo Giusti

E' una startup tutta italiana, romagnola per la precisione, nata dalla passione per le api e per la tecnologia di due giovani faentini, Roberto Pasi e Gabriele Garavini, che in questa nuova avventura chiamata Beeing stanno puntando ...

Opi, quello che le piante non dicono…

Cosa succede nel campo? Il dispositivo di Evja è una sorta di "traduttore per le piante" e arriva in aiuto dell'agricoltore per sapere quando è meglio irrigare, usare agrofarmaci o se la peronospora è in agguato
opi-fonte-evja-2019

Isabella Sanchi di Isabella Sanchi

Osserva, Previeni, Intervieni. Sono le tre parole magiche per gli agricoltori che vogliono un raccolto sano e di ottima qualità e sono anche le parole che formano l'acronimo Opi, il sistema di supporto decisionale realizzato ...

Leggi tutti gli articoli della rubrica


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner