Mercati: poche pere ma volano i frumenti canadesi di forza

23, 26 e 30 settembre 2019. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

l mercato italiano del 23, 26 e 30 settembre 2019

Ortofrutta

(produzione e mercati all'ingrosso italiani, 23 e 30 settembre 2019)
Nei mercati in leggero aumento (+10 cent/kg circa) le lattughe; scendono le melanzane e le zucchine. L'uva da tavola di buona qualità parte da 1,20 euro/ kg e arriva fino a 2,50 euro/kg per l'extra.
In calo i limoni. L'offerta di pere è sicuramente limitata.

Alla produzione (borsa frutticola della Cciaa di Bologna) le mele gialle valgono da 0,30 a 0,45 euro/kg per il 70+ in bins o casse alla rinfusa; da 0,35 a 0,45 per le Stark della stessa pezzatura e confezionamento.


Cereali e foraggi

(riunione Borsa merci Bologna, giovedì 26 settembre 2019)
In lieve aumento il frumento duro nazionale (da +2 a +3 euro/tonnellata). Molto netto l'aumento per i frumenti di forza canadesi Northern Spring (+18 euro/tonnellata) e Western Red Spring (+15 euro/tonnellata). Ancora un leggero ribasso per il granoturco italiano (-1 euro/tonnellata).

In miglioramento la soia (+5 euro/tonnellata) e le farine di soia (+3 euro/tonnellata), in calo le farine di girasole (-5 euro/tonnellata). Ulteriori 40 euro in meno per il riso Arborio, stesso calo per il Baldo; scendono anche Ribe, Lido, Savio e similia (-10 euro/tonnellata) e Originario (-20 euro/tonnellata).

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.712 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner