Ottobre a tratti perturbato, l'autunno entra nel vivo

Un mese a tratti perturbato con basse pressioni sul Mediterraneo avvicendate da temporanee fasi più stabili

Andrea Tura di Andrea Tura

cfs-previsioni-meteo-ottobre-2020-autunno.jpg

Carta delle anomalie termiche a 850hPa (1500 m) previsto dal modello climatologico CFS V2 con elaborazione Datameteo per il mese di ottobre 2020
Fonte foto: DataMeteo.com

Il mese di settembre, dopo una lunga fase stabile caratterizzata da pesanti anomalie positive, ha subito un radicale cambio di registro sotto i colpi di profonde azioni perturbate seppur limitate nel tempo, con peggioramenti molto intensi nell'ultima parte del mese.
Ottobre potrebbe avere al momento un'impronta spesso perturbata, con fasi anche alluvionali e flessioni termiche molto rilevanti, con i maggiori fenomeni concentrati al Centro-Sud. Non mancheranno comunque le classiche parentesi più stabili, ma di durata limitata.
 

Comparazione con il precedente outlook

Questa fase stagionale è caratterizzata da un assetto climatico differente rapportato a quanto vissuto negli ultimi fine estate, quando non mancavano ondate di caldo a tratti intense, rese di tanto in tanto più sopportabili dai refoli più freschi e dai temporali tipici dei cambi stagionali.
Il mese di agosto ha mostrato come nelle attese una intensa resistenza calda, con pochi fronti instabili specialmente al Centro Sud, solo al Nord, in particolare sul lato occidentale e sull'arco alpino, si sono verificate fasi di forte maltempo.
Come anticipato, potrebbe subentrare un mese di ottobre diverso dalle ultime stagioni, con maggiori precipitazioni e repentine altalene termiche. I fenomeni più incisivi potrebbero attivarsi sulle regioni centro meridionali e sulle isole maggiori, pur senza escludere coinvolgimenti anche delle restanti aree della penisola.
 

Focus Italia: regioni settentrionali

Il mese di ottobre al Nord aprirà all'insegna del maltempo, con fenomeni anche forti in transito, verso le regioni orientali. La prima decade verrà caratterizzata tra alti e bassi, con parentesi comunque stabili anche se con clima fresco.
Un nuovo peggioramento è atteso tra il 9 ed il 13, con una sostenuta ventilazione meridionali che porterà un veloce passaggio instabile; nevicate sulle Alpi a seguito di un calo termico per la rotazione dei venti dai quadranti nord-occidentali. Anche la seconda decade potrebbe chiudere con una decisa stabilizzazione dell'assetto barico, con un rialzo termico.
L'ultima fase del mese potrebbe venir movimentata da una profonda depressione mediterranea, con fenomeni forti e venti sostenuti in estensione dai settori occidentali a quelli orientali.

Ottobre si mostrerà nel complesso dinamico con parentesi perturbate, ma non mancheranno fasi stabili seppure brevi, con temperature entro le medie del periodo.
 

Focus Italia: regioni centrali

Il mese di ottobre al Centro aprirà con tempo instabile, possibili fenomeni anche forti in evoluzione sui settori tirrenici e appenninici. Alla fine della prima settimana, dopo iniziale instabilità sul settore adriatico, il quadro meteorologico subirà un miglioramento, ma con clima comunque fresco.
Atteso un nuovo peggioramento tra il 10 ed il 14 con una sostenuta ventilazione meridionale che precederà una fase di maltempo in veloce transito. Aria fredda giungerà al seguito portando spruzzate di neve sugli Appennini a fine fase, seguito da un miglioramento ad iniziare dai quadranti occidentali.
Contesto stabile fino agli inizi della terza decade con un sensibile rialzo termico, ma ottobre chiuderà sotto i colpi di una profonda depressione mediterranea che attiverà fenomeni intensi su tutti i settori, prima ad Ovest poi verso Est.

Il mese di ottobre verrà complessivamente caratterizzato da un contesto molto dinamico, costituito da fasi con abbondanti precipitazioni, ma anche con parentesi stabili seppur brevi.
 

Focus Italia: regioni meridionali

Anche il Sud nei primi giorni di ottobre potrebbe orientarsi su condizioni molto variabili, con fenomeni forti in transito verso il settore tirrenico ed appenninico. Alla fine della prima settimana, dopo un'iniziale instabilità sul settore ionico, il quadro meteorologico andrà a migliorare pur in un contesto piuttosto fresco.
Atteso un nuovo peggioramento tra il 10 e il 15 con sostenuti venti meridionali che innescheranno un veloce passaggio perturbato, seguito da aria più fredda. Quadro meteorologico in successivo miglioramento per almeno una settimana con rialzo termico.
L'ultima decade verrà caratterizzata da una profonda depressione che porterà fenomeni molto intensi ed una forte ventilazione, in graduale estensione a tutti i settori; nubi in assorbimento ed ampi spazi sereni per la fine del mese.

Ottobre anche per le regioni meridionali si presenterà spesso perturbato con violente precipitazioni, senza comunque escludere brevi fasi stabili.
 

Tendenza successiva

Dalle ultime analisi la tendenza autunnale potrebbe essere caratterizzata, in particolare durante la seconda parte, da possibili irruzioni di aria fredda non propriamente tipiche per il periodo, con un trend precipitativo in crescita su gran parte della penisola, specie tra gli ultimi giorni di ottobre ed i primi di novembre.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: DataMeteo.com

Autore:

Tag: meteo tendenza meteo mensile

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 243.858 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner