Pero, contro gli stress da caldo Ilsamin N90

Ilsamin N90 è un biostimolante a base di amminoacidi e peptidi che applicato durante i mesi estivi aiuta la pianta a superare gli stress termici, come ci racconta Giovanni Neri, pericoltore di Novi di Modena

Contenuto promosso da ILSA
pera-pereto-cinquemani-750x500.jpg

Gli stress abiotici hanno compromesso la produzione di pere in molti areali italiani
Fonte foto: Agronotizie

Il 2021 è stata una annata sfavorevole per i pericoltori italiani. Le gelate primaverili hanno compromesso la fioritura di molti impianti, soprattutto di quelli con le varietà più precoci. Mentre dalla seconda metà di luglio e poi durante tutto il mese di agosto, le temperature elevate hanno mandato le piante in stress, compromettendo la capacità delle foglie di sintetizzare nutrienti e causando cascola e scottature sui frutti.

"Quest'anno abbiamo raccolto poco, ma avremmo raccolto ancora meno se non avessimo aiutato le piante a superare gli stress da caldo durante l'estate", racconta Giovanni Neri, titolare dell'omonima azienda a Novi di Modena, dove sui quattro ettari di pereti aziendali coltiva Williams, Decana e Abate Fétel.

Anche se le piante hanno a disposizione acqua in abbondanza, il caldo intenso, sempre più frequente d'estate a causa dei cambiamenti climatici, provoca nei peri uno stato di stress. Le foglie imbruniscono e possono cadere, causando una diminuita sintesi di nutrienti. Anche i frutticini in accrescimento possono essere soggetti a cascola, inoltre si possono verificare scottature e crescita stentata.


 

Per superare questi problemi il tecnico dell'azienda Neri, Emiliano Contri, ha consigliato di utilizzare Ilsamin N90, il biostimolante di casa Ilsa a base di amminoacidi e peptidi ottenuto dall'idrolisi enzimatica di materie prime naturali attraverso un processo industriale certificato e sostenibile.

"Grazie alla sua azione biostimolante, Ilsamin N90 ha consentito alla pianta di passare in maniera ottimale lo stress delle calure estive. Abbiamo osservato una riduzione consistente delle foglie imbrunite, nonché una riduzione della cascola e una omogenizzazione di tutti i calibri dei frutti che abbiamo raccolto", spiega Contri.

Se le piante non fossero state aiutate a superare lo stress da caldo la produzione, già compromessa dalle gelate primaverili, sarebbe stata pressoché azzerata, come accaduto in molte aziende della zona.

Ilsamin N90
, autorizzato in biologico, non lascia alcun tipo di residuo normato sulla coltura. Deve essere applicato per via fogliare tre volte l'anno: una prima volta dopo l'allegagione e successivamente durante l'accrescimento dei frutticini.

Ilsamin N90 offre numerosi vantaggi, tra cui:

  • Un equilibrato sviluppo vegetativo.
  • L'assorbimento di macro, meso e microelementi.
  • Un colore verde intenso delle foglie, sintomo di un'ottima attività fotosintetica.
  • Un buono sviluppo dei frutti, con calibri e maturazione omogenea.
  • Una riduzione dei danni da scottature.


"Ilsamin N90 è un ottimo prodotto che quest'anno mi ha dato una mano a portare a casa la produzione", conclude Neri.