Concimazione post vendemmia, il presupposto per iniziare al meglio l'annata successiva

Grena consiglia una concimazione di base con Grena Life 4.6.10 S +2 MgO e con Gran Vigneto Grena 7.5.12 +2 MgO. Inoltre si consiglia di realizzare un intervento fogliare post raccolta con Idrogrena

Contenuto promosso da Grena
granvigneto-grenalife-idrogrena-fonte-grena.jpg

E' importante intervenire con una buona concimazione per aiutare la pianta a ripristinare gli elementi nutritivi dopo lo stress produttivo

In autunno quando la pianta sta ancora recuperando dallo stress della vendemmia e durante il periodo invernale, è importante intervenire con una buona concimazione per aiutare la pianta a ripristinare gli elementi nutritivi dopo lo stress produttivo, per migliorare le difese naturali per affrontare l'inverno e per favorire il successivo buon germogliamento primaverile.

Grena consiglia una concimazione di base con formulati organo minerali come:
I concimi si presentano in forma micro di 2 millimetri di diametro, ideale dove si vuole evitare il lavoro di interramento oltre che per terreni inerbiti. In alternativa sono disponibili nel formato pellet.

Sebbene la concimazione di fondo apporti benefici di lungo periodo, dato che l'attività linfatica ascendente in questa fase è molto ridotta, si consiglia di realizzare un intervento fogliare post raccolta con Idrogrena ricco di poliammine.
Idrogrena è particolarmente adatto nei trattamenti radicali perché aumenta la capacità di assorbimento dei macro e microelementi presenti nel terreno oltre che incrementare lo sviluppo radicale. La biostimolazione con le poliammine aiuta la pianta a immagazzinare i nutrienti che torneranno disponibili al risveglio primaverile e facilita la pianta nel processo di sospensione dell'attività fisiologica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 265.841 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner