Evohl, il concime che non si ferma alla nutrizione

A base di oli vegetali, Evohl è un concime autorizzato in agricoltura biologica che nutrendo le piante le aiuta a difendersi dagli stress ambientali e dai patogeni. Inoltre migliora le qualità dei frutti. Ecco l'esperienza di due orticoltori siciliani

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Contenuto promosso da L.E.A.
pomodori-pomodoro-by-italianfoodprod-adobe-stock-750x500.jpeg

La zona di Pachino è vocata alla produzione di pomodori (Foto di archivio)
Fonte foto: © italianfoodprod - Adobe Stock

L'orticoltura siciliana è il fiore all'occhiello dell'agricoltura italiana. Grazie alle temperature miti tutto l'anno, nelle serre dell'isola si producono ortaggi che finiscono sulle tavole dei consumatori europei. Eppure avere aziende produttive non è semplice. Da un lato infatti i consumatori e la Gdo richiedono prodotti di altissima qualità, ma con un livello di residui di prodotti fitosanitari basso, ben al di sotto dei limiti di legge. Dall'altro le condizioni ambientali dell'isola sono spesso proibitive, con temperature elevate durante l'estate (nel 2021 si è raggiunto il record di 48,8°C), escursioni termiche consistenti in inverno, scarsità di acqua e salinità dei terreni.

Condizioni che conosce molto bene Giuseppe Signorello, che insieme al padre gestisce l'azienda agricola Signorello, 12 ettari di serre a Portopalo di Capo Passero, piccolo paese vicino a Pachino, zona vocata alla produzione di pomodoro e dove infatti Giuseppe coltiva principalmente pomodoro da mensa. "Oltre alla produzione ci occupiamo anche del confezionamento e della spedizione dei prodotti, che raggiungono i nostri clienti in Francia, Germania, Austria, Svizzera e Lussemburgo".

A Pachino il livello di specializzazione degli agricoltori è elevatissimo e gli investimenti in mezzi tecnici sono importanti. Tra i prodotti che Giuseppe utilizza per ottenere pomodori buoni, sani e in abbondanza c'è Evohl, un concime fogliare a base di oli di origine vegetale prodotto dalla modenese Lea.
 

"Dopo l'applicazione del prodotto si nota che la pianta è più vigorosa e cambia di colore, le foglie sono di un verde più scuro e più robuste. Grazie agli elementi nutritivi presenti in Evohl le piante riescono a raggiungere produttività elevate, ma sono anche maggiormente resistenti nei confronti dei patogeni e degli insetti, anche perché gli oli contenuti hanno un effetto repellente", spiega Giuseppe mentre ci guida tra le piantine di pomodoro appena trapiantate.

Nonostante l'azienda agricola Signorello sia in regime di difesa integrata, l'attenzione ai residui è estremamente elevata. "La Gdo ha disciplinari molto stringenti, ma con Evohl possiamo stare tranquilli. Come sempre effettuiamo delle analisi multiresiduali sulle nostre produzioni e non abbiamo mai avuto alcuna sorpresa".


Evohl, dalle piante per le piante

Evohl è un prodotto completamente di origine naturale ottenuto grazie all'estrazione di oli da 35 diverse specie erbacee. Lea monitora attentamente i propri fornitori per assicurarsi sempre di avere materie prime di elevata qualità, ricche di composti utili alle piante quali terpeni, alcoli, aldeidi e fenoli.

Grazie alla sua composizione Evohl offre molteplici vantaggi:
  • Nutre la pianta, sostenendone la produttività.
  • Migliora l'efficacia, la persistenza e la durata dei fitofarmaci e dei concimi con cui viene miscelato, anche in fertirrigazione.
  • Usato nella fase finale di maturazione protegge i frutti e le foglie dalla disidratazione, inoltre migliora la shelf life.
  • Il prodotto migliora le caratteristiche dei frutti, quali uniformità di pezzatura, colorazione, lucentezza, profumo, grado zuccherino e sapore.
  • Gli oli essenziali aiutano la pianta a superare gli stress abiotici, quali ad esempio elevate temperature e salinità dell'acqua.

Evohl di Lea


Evohl, biologico senza sorprese

Grazie alla sua origine naturale e all'attenzione per le materie prime impiegate, Evohl è autorizzato in agricoltura biologica e offre elevatissimi standard di qualità e sicurezza. "Sono oltre cinque anni che usiamo il prodotto e non possiamo che dirci soddisfatti", ci racconta Giovanni Ferrera, che insieme al fratello gestisce l'azienda agricola Fratelli Ferrera, 11 ettari di serre nel Comune di Marina di Ragusa, dove si producono principalmente melanzana, ma anche peperone, zucchino, cetriolo e pomodoro.

"Siamo un'azienda biologica da oltre 25 anni e crediamo che se una pianta cresce in un suolo vitale, avendo a disposizione i nutrienti di cui ha bisogno, trova un suo equilibrio che le permette di essere produttiva nonostante gli attacchi di insetti e microrganismi patogeni, che pure interessano le nostre colture", spiega Giovanni, che nelle sue serre cerca di mantenere un equilibrio tra pianta, suolo e organismi viventi.

"Tutto parte dalle radici. Se la pianta ha una rizosfera ampia e robusta sarà in grado di sostenere una produzione elevata e di qualità, anche se attaccata da insetti e funghi", spiega Giovanni. "Noi usiamo Evohl in fertirrigazione per sostenere la crescita dell'apparato radicale e poi per via fogliare per nutrire le foglie e quindi i frutti".

Il prodotto, che deve essere applicato tre-cinque volte durante il ciclo colturale alla dose di 200-400 grammi/ettolitro, ha effetti interessanti anche sui frutti. "I nostri partner della Gdo ci hanno fatto notare che la shelf life dei nostri prodotti è più lunga, poiché Evohl rafforza le difese esterne dei frutti. Anche le zucchine, che in inverno danno spesso problemi di muffa alle estremità a causa dell'elevata umidità in serra, grazie ad Evohl si mantengono sane a lungo".

Per tutti gli orticoltori, in serra o in pieno campo, Evohl si candida dunque ad essere il partner ideale per nutrire le piante e metterle nelle condizioni di esprimersi al meglio. "Per chi vuole fare qualità, specialmente in biologico, Evohl è sicuramente uno strumento su cui si può fare affidamento", conclude Giovanni Ferrera.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: fertilizzanti biologico orticoltura video serre

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 263.951 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner