Soluzioni ecosostenibili per contrastare il brusone del pero

Ilsa propone una metodologia derivata dall'esperienza in campo, basata sull'impiego di IlsaC-on in associazione al Siliforce

Contenuto promosso da ILSA
pere-pero-ramo-by-africa-studio-adobe-stock-750x500.jpeg

Il brusone è un'alterazione fisiologica delle foglie del pero principalmente causata da stress abiotico (Foto di archivio)
Fonte foto: © Africa Studio - Adobe Stock

Che cos'è il brusone fogliare del pero?

Si tratta di un'alterazione fisiologica delle foglie del pero principalmente causata da stress abiotico che si verifica nei mesi di luglio ed agosto. Il brusone determina l'annerimento delle foglie di alcune cultivar di pero più sensibili alla fisiopatia. I principali fattori abiotici che favoriscono la comparsa e la diffusione del brusone sono gli squilibri idrici che si verificano durante il periodo di maggior consumo idrico, le alte temperature e l'elevata luminosità del mese di luglio ed agosto.
 

Soluzioni ecosostenibili per contrastare il brusone del pero

Generalmente le soluzioni per risolvere la fisiopatia del brusone consistono nell'utilizzo di prodotti fitosanitari che controllano il ragnetto rosso (non sempre danno risultati, in quanto in alcuni casi la fisiopatia si manifesta ugualmente), nell'effettuare interventi irrigui e nell'impiego di fertilizzanti. Ilsa propone una metodologia derivata dall'esperienza in campo, basata sull'impiego di IlsaC-on in associazione al Siliforce.
 
IlsaC-on è un biostimolante 100% naturale a base di idrolizzato enzimatico di Fabaceae®, ottenuto da un processo d'idrolisi enzimatica denominato (Fceh®). L'idrolisi enzimatica è un processo di idrolisi che avviene ad opera di enzimi specifici e selettivi che sono in grado di scindere i legami costituenti le diverse molecole organiche dei tessuti delle piante appartenenti alla famiglia delle Fabaceae. Il processo è definito "dolce" in quanto avviene all'interno di bioreattori controllati con bassa temperatura (40-50°C) e pH vicino alla neutralità, condizioni ottimali che consentono agli enzimi di idrolizzare il substrato vegetale e di conservare gli amminoacidi e le molecole organiche ad azione specifica nella loro forma naturale.

IlsaC-on è ricco in amminoacidi levogiri, triacontanolo naturale, saponine, acido γ- e β- amminobutirrico e polisaccaridi, ecc. Tutte queste molecole organiche hanno un'azione specifica sul metabolismo vegetale, in quanto attivano i meccanismi di tolleranza delle piante a stress ambientale (elevate traspirazioni, siccità, elevate temperature, ecc.) e favoriscono la fotosintesi clorofilliana, la moltiplicazione cellulare e l'assorbimento dei nutrienti anche in condizioni avverse.

IlsaC-on, inoltre, è caratterizzato da una bassa salinità e da una ottima miscibilità con tutti i prodotti presenti in commercio e può essere irrorato sui fiori e sui frutticini appena formati senza alcuna controindicazione.

Biostimolanti Ilsa

Siliforce è una specialità nutrizionale a base di acido orto-silicico Si(OH)4, zinco e molibdeno, che aiuta le piante ad avvantaggiarsi dei benefici del silicio in forma stabile e resistente alla polimerizzazione. L'acido ortosilicico, rispetto al tradizionale silicio, derivato dai silicati ricchi di metalli pesanti, è in grado di penetrare nelle cellule vegetali.

Trasportato dalla linfa si condensa come una sorta di gel colloidale accumulandosi soprattutto nelle cellule dei tessuti più superficiali di foglie, fusti e frutti con il risultato di un aumento dell'ispessimento dei tessuti vegetali e una diminuzione della traspirazione fogliare, anche in condizioni di elevate temperature. Si ha anche una diminuzione dell'assorbimento di sodio e della fissazione dell'alluminio.

Siliforce favorisce inoltre, un miglioramento degli aspetti qualitativi dei frutti in termini di consistenza, concentrazione dei soluti e percentuale di sostanza secca, aspetti considerati fondamentali per la salubrità e la conservabilità dei frutti.
 
Per prevenire e controllare il brusone, si suggerisce di effettuare trattamenti fogliari in condizioni di stress termico ed alte evapotraspirazioni, impiegando IlsaC-on alla dose di 1.5-2 (kg/ha) in associazione a Siliforce alla dose di 350-400 (cc/ha) ripetuti a cadenza di 7-10 giorni. L'utilizzo di IlsaC-on in associazione al Siliforce consente di ottenere diversi benefici rispetto a quelli dei comuni prodotti proposti in campagna, tra i quali:
  • i biostimolanti Ilsa sono prodotti naturali contenenti molecole ad azione specifica sulla pianta e rappresentano una soluzione alternativa e realmente efficace per favorire l'ispessimento dei tessuti vegetali, per ridurre la traspirazione fogliare, per attivare i meccanismi endogeni di difesa delle piante a superare le avversità ambientali e per favorire una ripresa del processo fotosintetico del pero. Lo sono ancor di più in considerazione del fatto che l'uso di diverse molecole chimiche è stato vietato;
  • i prodotti Ilsa sono totalmente ecosostenibili, perché utilizzano materie prime provenienti da fonti rinnovabili e sono frutto di un processo industriale il cui impatto ambientale è quasi vicino allo zero, inoltre essi vengono utilizzati a bassi dosaggi e con pochi interventi in campo, salvaguardando così l'ecosistema e riducendo i costi di trattamento a beneficio dell'imprenditore agricolo;
  • i due prodotti utilizzati per contrastare il brusone del pero sono anche ammessi in biologico ed essendo privi di sostanze chimiche e conservanti possono essere miscelati con i principali prodotti presenti in commercio (PPPs, PGRs e fertilizzanti chimici), con il conseguente risparmio di tempo e di costi per effettuare i trattamenti.

Per vedere e scaricare tutti i dettagli relativi ai nostri prodotti vai sul sito www.Ilsagroup.com nella sezione prodotti. Potrai scoprire la gamma delle specialità nutrizionali e dei biostimolanti del programma Viridem® e registrandoti, scaricare documentazione tecnica di approfondimento.