Nature Guard: la difesa naturale della pianta

Il prodotto distribuito da Chimica D'Agostino contiene gluconati di calcio, potassio e magnesio, abbinati alla presenza di acido salicilico, acido borico e aminoacidi. Ideale per sostenere le colture, contribuisce al superamento delle fasi di stress

Contenuto promosso da Chimica D'Agostino
chimica-d-agostino-nature-guard.jpg

Nature Guard di Chimica D'Agostino

Alcuni elementi naturali sono presenti in quantità relativamente ridotte nelle matrici organiche o inorganiche, ma altrettanto in piccole quantità sono indispensabili al metabolismo animale e vegetale. Ciò perché rientrano in una molteplicità di biosintesi e processi enzimatici che sarebbero altrimenti impossibili in loro assenza. Anche la forma sotto la quale essi vengono assimilati da un organismo può però fare la differenza in termini di benefici complessivi.

In tal senso i gluconati, ovvero i sali dell’acido gluconico, sono tra le forme a miglior assimilabilità da parte delle piante. Ecco perché sulle colture agrarie possono avere effetti decisamente positivi le somministrazioni di gluconati di calcio, potassio e magnesio capaci di sostenere il processo di accrescimento delle colture ottimizzandone le capacità produttive.

La formulazione, di tipo liquido, contiene però anche altri elementi che agiscono in sinergia con i gluconati, ovvero aminoacidi, acetati di calcio e di magnesio, acido borico e acido salicilico. Soprattutto quest’ultimo, contenuto in ragione del 2,5% sul totale, possiede la capacità di penetrare velocemente nel flusso linfatico delle colture attivando le risposte naturali delle piante verso gli stress biotici e abiotici. Grazie all’apporto di Nature Guard, le colture possono quindi recuperare in modo molto più veloce e completo. Il risultato complessivo è misurabile anche tramite una maggior capacità delle piante di estrarre e utilizzare i nutrienti presenti nel terreno, massimizzandone la biodisponibilità.


Indicazioni di impiego

Nature Guard trova impiego tramite applicazioni fogliari sulle più importanti specie coltivate dell’area mediterranea, ovvero vite, olivo e fruttiferi in genere, apportando i suoi benefici sia nelle colture in pieno campo e sia in ambiente protetto, come fragola, cucurbitacee, solanacee, brassicacee, carota, liliacee, asparagi, lattughe e leguminose.

Compatibile con la maggior parte degli agrofarmaci e dei fertilizzanti comunemente impiegati, ad eccezione di quelli ad alto contenuto di fosforo, Nature Guard assicura un miglioramento delle rese in termini di quantità e qualità, come pure contribuisce al buono stato vegeto sanitario delle colture.

Per i dosaggi e le modalità di impiego sulle singole colture, consultare l'etichetta di Nature Guard.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 262.535 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner