Qualità in viticoltura e miglioramento della shelf life

In questo periodo occorre una strategia nutrizionale in grado di garantire uniformità del grappolo e miglioramento della consistenza degli acini

Contenuto promosso da Cifo :: Cifo Professionale
cifo-articolo-vite-giugno-2021-fonte-cifo.jpg

Maggiore resistenza agli stress di tipo ambientale e tolleranza potenziata nei confronti di sbalzi termici negli stadi primaverili-estivi

Questi obiettivi prevedono l'impiego di prodotti specifici in grado di agire a livello biochimico da questo momento fino alle fasi prossime alla raccolta e prevedono l'impiego di tre specialità, con più interventi, per via fogliare.

Macys BC 28 è un biostimolante biologico costituito al 100% dal succo dell'alga Macrocystis integrifolia. Impiegato alla dose di 2,5 L/ha, agisce contrastando gli stress biotici attraverso un'azione sinergica di acido alginico, betaine, promotori di crescita naturali, fucoidano, laminarine, vitamine e nutrienti minerali. Queste componenti garantiscono uno sviluppo bilanciato e la conservazione di un elevato turgore cellulare anche durante forti sbalzi termici, siccità, salinità del terreno e squilibri idrico nutrizionali.

Cifamin BK è una specialità biologica costituita da matrici organiche di alta qualità e microelementi. Attraverso l'azione di amminoacidi e peptidi selezionati, consente di incrementare la pezzatura degli acini, stimolare i processi di divisione ed allungamento cellulare. Impiegabile alla dose di 1 kg/ha e utilizzabile anche in abbinamento al Macys BC 28 per potenziarne l'azione biostimolante.

Calcisan Green è un biostimolante a base di calcio e magnesio attivati da attivati dall'estratto di alga Macrocystis integrifolia che permette una maggiore veicolazione della frazione di calcio traslocabile all'interno dei tessuti vegetali. L'impiego di Calcisan Green per via fogliare alla dose di 3 L/Ha ha dimostrato un'ottima efficacia in termini di notevole incremento dell'elasticità delle membrane cellulari, consentendo di ridurre i danni da cracking della polpa e della buccia.

I risultati ottenuti attraverso varie prove in campo hanno mostrato:
  • maggiore resistenza agli stress di tipo ambientale e tolleranza potenziata nei confronti di sbalzi termici negli stadi primaverili - estivi;
  • acini con ottime pezzature e grappoli con uno sviluppo più uniforme;
  • maggiore produzione e qualità finale, attraverso una maggiore conservabilità, consistenza e grado di manipolazione alla vendemmia.

Visita il sito di Cifo, leggi l'articolo completo o scarica la scheda nutrizionale