Fioritura e allegagione: fasi cruciali per il pomodoro da industria

Aifar propone soluzioni specifiche atte ad aumentare il numero dei fiori, a favorire l'allegagione e a innalzare la resa finale del pomodoro da industria, anche in termini qualitativi

Contenuto promosso da Aifar
aifar-linea-pomodoro-industria-20211.jpg

La linea di Aifar per il pomodoro da industria

Chi produce pomodoro da industria sa molto bene che per ottenere una buona redditività deve trovare il perfetto equilibrio fra rese e qualità. Per raggiungere questo risultato è fondamentale gestire correttamente alcune fasi cruciali dello sviluppo della pianta attraverso una corretta concimazione e biostimolazione. A conferma, all’aumentare delle dosi di nutrienti e di trattamenti biostimolanti corrisponde anche un aumento delle produzioni, potenzialmente capaci di oltrepassare di slancio la soglia dei mille quintali per ettaro.

È parimenti noto come un netto miglioramento delle caratteristiche qualitative delle bacche esalti sia il grado Brix sia la consistenza della polpa, altri parametri cruciali soprattutto al momento del conferimento del raccolto, quando cioè si fissano i prezzi in via definitiva, partita per partita. Anche difetti considerati “minori” possono infatti generare diminuzioni del prezzo e, di conseguenza, di redditività per l’agricoltore. Meglio quindi evitare tali situazioni.
 

Le soluzioni di Aifar

Grazie all'impiego dell’ampia gamma di fertilizzanti e biostimolanti Aifar, attentamente studiati e formulati per garantire le massime prestazioni in funzione delle differenti fasi fenologiche della pianta, è possibile sostenere le fasi di fioritura e allegagione del pomodoro da industria assicurando un tangibile aumento delle rese e un conseguente risultato economico di piena soddisfazione.

L’applicazione combinata di Ikasu ed Edron Plus poco prima della fase di fioritura favorisce e amplifica nelle piante gli equilibri ormonali ed enzimatici alla base delle fasi di fioritura e allegagione, portando a un aumento e a un anticipo dello sviluppo dei palchi fiorali, oltre ad avere un effetto anticascola su fiori e frutti.

A supporto di tale miscela è inoltre consigliato l’utilizzo di Pelk-Gold e Cytoplus, il cui ruolo sulla fisiologia della coltura appare di fondamentale importanza. Pelk-Gold è infatti un prodotto ad azione specifica a base di fitoingredienti attivi ricavati dall’alga Ascophyllum nodosum attraverso un processo di estrazione a freddo.

Tale processo estrattivo, particolarmente delicato, permette di mantenere inalterati i principi attivi dell’alga bruna da cui derivano. Le applicazioni di PELK-GOLD stimolano infatti lo sviluppo della porzione epigea ed ipogea della pianta, mediante un miglioramento dei processi metabolici e chimico-fisici della pianta. Inoltre, è in grado di potenziare l’attività fotosintetica con un significativo incremento qualitativo e quantitativo delle produzioni. Cytoplus è invece un concime organo-minerale in sospensione a base di estratti di alghe fresche che stimola i processi biochimici della pianta promuovendo, su pomodoro, l’allungamento del grappolo fiorale e l’allegagione.

 
Pomodoro da industria
Ottimo rigoglio del pomodoro da industria quando sono garantiti i corretti apporti nutrizionali (Fonte: Aifar)
 

Il programma di AIFAR in campo

Il trattamento è da effettuare a livello fogliare tramite irroratrice a basso volume, avendo cura di bagnare omogeneamente la pianta. Il trattamento è da posizionare preferibilmente già all'emissione del primo palco fiorale e da riproporre a cadenza di 8-10 giorni ai dosaggi di seguito riportati, ovvero 100 ml/hl per IKASU, 60-70 ml/hl per EDRON PLUS, 150-200 ml/hl per PELK-GOLD e infine 200-300 ml/hl per Cytoplus.
 
Pomodoro da industria: dettaglio della fase di fioritura
Pomodoro da industria: dettaglio della fase di fioritura
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 262.622 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner