Molibred, a supporto delle tue piante

Lea agricoltura propone un prodotto in grado di prevenire e curare le fisiopatie causate dalle basse concentrazioni di molibdeno nel terreno

Contenuto promosso da L.E.A.
melone-molibred-molibdeno-fertilizzante-redazionale-aprile-2021-fonte-lea.png

Si può applicare Molibred per via fogliare su tutte le colturen ed in particolar modo su patata, leguminose, spinaci, melone, lattuga e carote

Molibred è un formulato per trattamenti fogliari e radicali, per la prevenzione e la cura delle fisiopatie che si manifestano in seguito alla limitata disponibilità di tale elemento (molibdeno).

Il molibdeno si presenta sempre a basse concentrazioni, ma svolge un ruolo determinante nel ciclo dell'azoto permettendone l'impiego. Nei vegetali è fondamentale per la costituzione di enzimi basilari per la sintesi dell'acido abscissico, è molto mobile nella pianta e per questo è bene utilizzarlo a inizio vegetazione.

Le carenze di molibdeno si manifestano come carenze di azoto, per l'impossibilità del vegetale di utilizzare questo elemento, i terreni acidi o carenti di Ca accentuano la carenza di questo elemento attraverso una colorazione fogliare pallida a partire dai bordi che poi necrotizzano, determinando deformazione e necrosi delle giovani foglie e dell'apice del germoglio. Un ricco utilizzo di NO3 fa aumentare il fabbisogno di molibdeno. Un eccesso crea disturbi della crescita.

La concentrazione di molibdeno nel terreno è molto bassa, per questo risulta fondamentale applicare Molibred per via fogliare su tutte le colture, in particolar modo su patata, leguminose, spinaci, melone, lattuga, carote molto sensibili alla mancanza di questo microelemento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.670 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner