Soia e mais, evoluzione del comparto cerealicolo

Fomet propone una gamma di fertilizzanti convenzionali e biologici utili per affrettare il periodo di emergenza, aumentare la resistenza allo stress post lavorazione o diserbo e migliorare la produttività

Contenuto promosso da Fomet
campo-mais-agricoltura-paesaggio-campi-by-smileus-fotolia-750.jpeg

Mais e soia, per crescere, richiedono apporti nutritivi bilanciati (Foto di archivio)
Fonte foto: © Smileus - Fotolia

Mais e soia sono cereali estivi trai più ampiamente coltivati a livello mondiale. Per crescere, queste specie richiedono apporti nutritivi bilanciati, indispensabili, per assicurare un corretto sviluppo delle piante nelle fasi fenologiche più sensibili: inizio levata, differenziazione floreale, fioritura e riempimento.
Per quanto riguarda la soia, specie largamente impiegata per l'alimentazione dell'uomo e gli animali, la produzione dipende molto della capacità delle piante nel rispondere velocemente agli stress idrici che possono verificarsi lungo tutto il ciclo colturale.
Anche il mais in questo senso richiede elevati apporti idrici, ma non solo. La disponibilità di nutrienti azotati deve essere tale da assicurare lo sviluppo vegetativo e quindi assicurare il successo produttivo al momento del raccolto.

Per incrementare la redditività delle colture e migliorare l'effetto "Starter" quindi il corretto inizio del ciclo colturale, Fomet propone un'intera gamma di fertilizzanti convenzionali e biologici (biostimolanti, prodotti ad azione specifica, macro e micronutrienti) utili per ridurre il periodo di emergenza, aumentare la resistenza allo stress post lavorazione o diserbo, migliorarne la produttività (PLV).

Nelle fasi più sensibili è fondamentale incrementare la risposta radicale e vegetativa con lo scopo di evitare cali produttivi che possono portare ad una incidenza negativa del 20-30% alla raccolta, soprattutto se si verificano durante la differenziazione floreale. L'azienda consiglia l'impiego di Orosoil®, inoculo di funghi micorrizici contenente batteri della rizosfera e ammendante compostato verde. Orosoil® attraverso le sue componenti e la presenza di microrganismi benefici aumenta le rese dell'apparato radicale, la formazione di radici secondarie e la reattività del terreno, aumentando la disponibilità di macro e micronutrienti come fosforo e boro rispettivamente.

Inoltre, Fomet propone Tiger® (3.6.12+2MgO) per gli agricoltori bio più esigenti e Teos® (5.10.15s+2MgO) per coloro che vogliono apportare lo sprint della frazione minerale ed i benefici della sostanza organica in un unico passaggio.

Campo di mais

Per agevolare e migliorare la crescita dei cereali estivi è importante impiegare prodotti caratterizzati da una cessione prolungata dell'azoto, utile a favorire l'assorbimento di questo elemento nei periodi in cui risulta maggiormente necessario; quindi evitare inutili perdite per dilavamento o lisciviazione dell'azoto.
Inoltre l'azienda consiglia l'apporto di sostanza organica per permettere una maggiore capacità di ritenzione idrica del terreno. Non ultimo l'importanza dell'utilizzo di prodotti ad azione specifica, ricchi di colonie di microrganismi in grado di aumentare l'emissione di radici secondarie, la tolleranza alla siccità e l'efficienza di adsorbimento di macro e micronutrienti fondamentali per migliorare la produttività.


Premessa

La seguente prova è stata realizzata allo scopo di valutare la risposta alla fertilizzazione del mais Freeman e Shaniya e soia (sonia/creator/mediator) considerando l'applicazione di varie combinazioni di fertilizzanti organo-minerali e azotati Azosuper® N28/ Cerealsprinter®/ Sprinter S® /Emosprint® fra quelli che hanno ricevuto maggiori apprezzamenti dagli esperti.
Il confronto delle parcelle ha preso in considerazione variabili come produttività, precocità, peso specifico, resa della granella considerando prove fertilizzate con nutrienti di sintesi, origine organica e organo-minerali. Sono stati utilizzati anche fertilizzanti liquidi per valutare come la loro applicazione incide nella risposta produttiva delle piante.

Area coltivata soia
*IMG 1.1 a sinistra area coltivata a soia con le rispettive misure di giacitura di seguito ai rilievi Gps

Area coltivata mais
*IMG 2.1 area relativa alla coltivazione di mais; sulla destra dettaglio delle valutazioni dei tecnici e agronomi

La fertilizzazione organica ha evidenziato migliori risultati sull'efficienza di assorbimento dei nutrienti, soprattutto nei casi in cui la fertilizzazione è stata programmata sull'intera rotazione culturale. Allo stesso modo, la fertilizzazione organica ha permesso di incrementare l'efficienza d'uso dei nutrienti come fosforo e magnesio, riducendo la lisciviazione dell'azoto e migliorando la resistenza al calpestamento/compattamento di seguito all'aumento delle quantità di sostanza organica disponibile per ettaro.


Produzione di cereali attraverso gestione sostenibile e biologica, Fomet consiglia

Fertilizzazione pre semina
Fertildung® (100% letami selezionati - certificato biologico mezzi tecnici Aiab), distribuito prima dell'ultima lavorazione del terreno ed interrato prima della semina. Il prodotto è ricco di sostanza organica, acidi umici e acidi fulvici. In alternativa è possibile utilizzare Orosoil® inoculo di funghi micorrizici contenente batteri della rizosfera e ammendante compostato verde. Orosoil® attraverso le sue componenti e la presenza di microrganismi benefici aumenta le rese dell'apparato radicale, aumenta la formazione di radici secondarie e aumenta la reattività del terreno, aumentando la disponibilità di macro e micronutrienti come fosforo e boro rispettivamente.

Fertilizzazione fogliare
Biokelp® derivato dalla estrazione di alga Eklonia maxima ottenuta da un processo naturale di pressatura a freddo, Biokelp® offre una soluzione per migliorare la resistenza agli stress termici, salini e la siccità potenziando la fioritura e la risposta fisiologica di piante nelle prime fasi di stress. Stimola l'induzione a fiore e l'adsorbimento di azoto organico. Infatti Fomet consiglia la miscelazione con Emosprint® nelle proporzioni 1:2 rispetto ai dosaggi di etichetta. Ciò nonostante, è fondamentale fissare precisi obiettivi produttivi che richiedono una buona disponibilità di nutrienti (NPK) e S.O.

Per maggiori informazioni, consulta il sito o contatta l'ufficio agronomico fomet@fomet.it.