Polysulphate®: naturale ed ecologico, il concime leader del settore

Le prestazioni performanti e la bassa impronta di carbonio del concime Polysulphate® ne fanno la scelta naturale per la nutrizione delle colture in tutto il mondo, sia per i risultati produttivi che per i numerosi vantaggi ambientali, tanto da essere impiegato in agricoltura biologica

Contenuto promosso da ICL Italia Treviso
granuli-polysulphate-fertilizzante-icl-750-febb-2021-fonte-icl.png

Disponibile nella sua forma naturale, Polysulphate offre valore elevato e affidabile a basso impatto ambientale

Una soluzione multi-nutriente e multitasking

Polysulphate® è un nuovo concime multi-nutriente estratto nel Regno unito da ICL, costituito da un minerale naturale (polyhalite). Polysulphate® contiene una miscela unica di quattro nutrienti principali nelle seguenti proporzioni: zolfo (48% SO3), potassio (14% K2O), magnesio (6% MgO) e calcio (17% CaO), tutti sotto forma di solfato (SO4).

Essendo un cristallo naturale, Polysulphate® si decompone in modo non immediato non appena applicato sul terreno, e cede gradualmente i quattro nutrienti che contiene. Questa caratteristica di cessione prolungata di Polysulphate® permette un rifornimento continuo di elementi nutritivi alla coltura in crescita. È interessante notare che il rilascio a lunga durata corrisponde perfettamente alle esigenze nutritive delle colture e riduce al minimo il rischio di lisciviazione, il fenomeno per cui i nutrienti inutilizzati vengono allontanati dalle piogge o dall'irrigazione, attraverso il suolo e nei corsi d'acqua.
 

Un apporto di nutrienti costante e affidabile per tutte le colture

L'applicazione di Polysulphate® dà alle colture ortofrutticole tutto lo zolfo, il magnesio e il calcio di cui hanno bisogno. Inoltre, integra una parte significativa del potassio che a volte viene rimosso alla raccolta, evitando così un deficit di potassio per la coltura successiva.

Per gli agricoltori e i coltivatori, fornire i quattro nutrienti essenziali alle loro colture in una sola applicazione rappresenta un notevole risparmio di tempo e costi. Un vantaggio ulteriore è che avere i quattro nutrienti chiave nella combinazione e quantità adeguata aiuta a raggiungere risultati qualitativi di eccellenza, cruciali nel settore dei prodotti ortofrutticoli freschi.
 

Prestazioni elevate e basso contenuto di cloruri

Un'altra caratteristica positiva di Polysulphate® è che, dato il basso tenore di cloruri, ha un indice di salinità molto basso. Ciò significa che Polysulphate® è ideale per l'uso su colture sensibili ai cloruri. Inoltre, grazie al pH neutro, Polysulphate® non ha effetti nocivi sul pH del terreno.
 

Approvato per l'uso in agricoltura biologica

Polysulphate®, in quanto concime naturale, soddisfa i criteri per l'uso in agricoltura biologica. A differenza dei concimi miscelati o composti, Polysulphate® è infatti disponibile nel suo stato minerale naturale.

Dall'estrazione in profondità a Cleveland, nel Regno Unito, il minerale polyhalite viene portato in superficie e semplicemente frantumato, setacciato e insaccato come Polysulphate®, pronto per il trasporto verso le aziende agricole di tutto il mondo. Non c'è nessuna separazione chimica e nessun processo industriale complesso.

Ovunque nel mondo, agricoltori, aziende di trasformazione alimentare e commercianti del settore del biologico devono rispettare requisiti e controlli rigorosi per poter utilizzare una certificazione biologica o etichettare i loro prodotti come biologici. Per avere prodotti agricoli biologici certificati, anche tutti i preparati aggiunti utilizzati, come i fertilizzanti, devono essere certificati come biologici.

Polysulphate® è approvato per l'uso nell'agricoltura biologica e certificato come tale in Regno Unito, Francia, Germania, Austria, Italia, Paesi Bassi, Ungheria, Polonia, Brasile e Israele. Inoltre, le forme standard e granulare di Polysulphate sono omologate Omri per l'uso nell'agricoltura biologica negli Stati Uniti e in Canada.

Polysulphate® è stato incluso nell'elenco internazionale dei preparati idonei per l'agricoltura biologica secondo le normative Ce 834/2007, Nop (National organic program, Usa) e Jas (Japanese agriculture standard).

Polysulphate® non è solo un'opzione eccellente per gli agricoltori biologici, ma anche per gli agricoltori convenzionali che cercano una fonte a basso costo ed eco-compatibile dei quattro nutrienti chiave per le loro colture. Insieme alla disponibilità prolungata di più nutrienti e alla facilità di applicazione su un'ampia gamma di colture, ora anche la riduzione dell’impronta di carbonio si aggiunge ai vantaggi di Polysulphate®, caratteristica utile sia ai produttori biologici che a quelli convenzionali.
 

Ridurre l'impronta di carbonio dell'agricoltura

I risultati di un nuovo studio mostrano che Polysulphate® presenta un’impronta di carbonio più bassa rispetto a tutte le alternative presenti sul mercato. Calcolare l'impronta di carbonio di un prodotto è un compito complesso; l'azienda specializzata Filkin e Co Ehs Limited ha eseguito questi calcoli per Polysulphate®.

Hanno effettuato misurazioni relative a tutti i processi dall'estrazione nel Regno Unito, dove ha origine Polysulphate®, fino allo stoccaggio. I risultati dimostrano che l'impronta di carbonio di Polysulphate® è inferiore rispetto ad altri fertilizzanti comuni: ad esempio, ha solo una minima parte dell'impronta del nitrato di ammonio.

L'unità di misura dell'impronta di carbonio è il kg di anidride carbonica equivalente per kg (kg CO2 per kg) di prodotto. Rispetto a un'ampia gamma di concimi equivalenti, Polysulphate® ha l'impronta di carbonio più bassa, con 0,034 kg COper kg di prodotto. È talmente bassa da avere solo il 3% dell'impronta di carbonio del nitrato di ammonio.

La produttività e la qualità dei raccolti sono i vantaggi principali e più conosciuti dell'applicazione di Polysulphate®. Ora, con l'ulteriore vantaggio di un'impronta di carbonio ridotta, Polysulphate® sta diventando il concime preferito dagli agricoltori che tengono in considerazione il calcolo del carbonio nella loro impresa e vogliono ridurre le emissioni di gas serra e l'impronta di carbonio.
 
Risultato di una sperimentazione su cipolle biologiche nei Paesi Bassi
Risultato di una sperimentazione su cipolle biologiche nei Paesi Bassi su terreno argilloso sabbioso (2016): l'applicazione di 360 kg di Polysulphate® per ettaro ha aumentato la resa totale dei bulbi di 580 kg/ha. La metà dell'aumento di resa è stata ottenuta con cipolle a bulbo più grande (> 6 cm di diametro), che hanno mostrato un aumento del 13%
 

Grazie alla bassa impronta di carbonio, Polysulphate® sta diventando la scelta ideale in numerose colture

 
L'impronta di carbonio di Polysulphate
Impronta di carbonio di Polysulphate® rispetto ad altri concimii di uso comune, calcolata da Filkin & Co Ehs Limited nel novembre 2019

Miniera di Boulby
Miniera di Boulby - Il concime Polysulphate® viene estratto dallo strato di roccia polialitico, oltre mille metri sotto il Mare del Nord al largo della costa dello Yorkshire settentrionale, nel Regno Unito


Benefici a lunga durata per le colture e l'ambiente

Per avere un quadro completo dell'effetto di Polysulphate® sull'ambiente, dalla miniera al campo, è necessaria una valutazione del ciclo di vita (Life cycle assessment o Lca). La Lca è un metodo riconosciuto a livello internazionale per il calcolo dell'impatto ambientale di un prodotto o processo di produzione. Un'Lca rivela gli impatti ambientali positivi, negativi o neutri lungo la catena di produzione.

Viene considerato l'intero sistema di produzione e vengono inclusi e valutati tutti gli effetti sull'ambiente. La Lca di Polysulphate® è stata eseguita di recente da Blonk consultants secondo lo standard generale per Lca Iso 14040-14044, Agri-footprint 4.0 e il metodo Pef (Product environmental footprint, impronta ambientale del prodotto) sviluppato dalla Commissione europea.

I calcoli dell'Lca si basano su dati provenienti da sperimentazioni ufficiali con Polysulphate® su colture diverse e in paesi differenti. I calcoli prendono in considerazione il processo di produzione presso la miniera ICL di Boulby, nel Regno Unito, nonché l'uso del prodotto nei campi. I ricercatori addetti all'Lca hanno esaminato tutto, dall’estrazione mineraria alla rete di distribuzione di ICL, fino a diverse sperimentazioni sul campo con diversi trattamenti con Polysulphate®.

Le categorie di impatto ambientale misurate dall'Lca includono impronta di carbonio, eutrofizzazione, acidificazione, uso del suolo ed ecotossicità (marina, delle acque dolci e terrestre). Confrontando Polysulphate® con altri fertilizzanti estratti (Tsp, Mop e calce), l'Lca ha mostrato che Polysulphate® ha un impatto molto basso sugli aspetti chiave del nostro ambiente locale e oltre, ad esempio sull'acidificazione del suolo, sull'eutrofizzazione delle acque dolci e sull'ecotossicità terrestre, delle acque dolci e marina.

Non ci sono impatti ambientali negativi derivanti dalle emissioni nell'aria, nell'acqua e nel suolo dei componenti multi-nutriente (zolfo, potassio, magnesio e calcio) di Polysulphate®. Usato come concime, Polysulphate® presenta inoltre importanti benefici ambientali a livello globale. Ad esempio, è stata calcolata una riduzione fino all'11% del riscaldamento globale dall'utilizzo del concime Polysulphate® rispetto alle alternative su una serie di colture diverse, come soia, erba medica e cavolfiore, in paesi come Brasile e India.

Per riassumere, l'utilizzo di Polysulphate® ha un effetto positivo sull'impronta ambientale delle colture, principalmente grazie all'aumento delle rese ottenuto da questa nutrizione colturale precisa, equilibrata e mirata.
 

Vantaggi naturali per le colture e l'ambiente

La produzione agricola, che siano colture estensive o frutta e verdura fresca, è una sfida costante per agricoltori e i coltivatori. Si tratta di tenere in equilibrio costi e rendimenti, risorse naturali come il suolo, la luce solare, l'acqua e il ritmo delle stagioni e, infine, la fusione di sistemi interni artificiali di gestione aziendale con sistemi esterni di logistica di filiera e contratti con gli acquirenti.

Ora più che mai, è della massima importanza un equilibrio tra la necessità di produrre raccolti oggi e la necessità di avere a disposizione risorse ecologicamente sicure e sostenibili sul pianeta su cui fare affidamento, in futuro. Le informazioni e le prove sulla natura di Polysulphate® fornite da ICL FertilizerpluS sono state accolte positivamente dalla comunità agricola e dai loro consulenti.

I vantaggi di fornire una nutrizione intelligente, equilibrata e mirata sono dimostrati da un numero sempre crescente di prove sul campo. I risultati illustrano e spiegano non solo il motivo per cui Polysulphate®, multi-nutriente e naturale, ha così tanti benefici positivi per le colture e l'ambiente in generale, ma anche il modo. Considerando nel loro complesso tutte queste caratteristiche positive uniche di Polysulphate®, non è una sorpresa che gli agricoltori di tutto il mondo scelgano di usare Polysulphate® sui loro raccolti. Che si tratti di coltivazioni per cereali, frutta, prati verdi, radici o tuberi, Polysulphate® è un concime rispettoso delle colture e allo stesso tempo dell'ambiente, e sta diventando rapidamente uno strumento chiave per la nutrizione delle colture per la produzione agricola sostenibile in tutto il mondo.

Contatta il supporto tecnico e commerciale e chiedi una consulenza su Polysulphate®

 

Polysulphate® è un marchio protetto da copyright

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 258.672 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner