Unimer, efficienza e sostenibilità dalla fertilizzazione alla tavola

L'efficienza nutritiva dei prodotti dell'azienda consente di ridurre il fabbisogno di unità fertilizzanti

Contenuto promosso da Unimer
prodotti-dei-clienti-unimer-fonte-unimer.png

Prodotti dei clienti Unimer: aziende vinicole La Farra, San Felice e Umani Ronchi

Ormai da diversi anni la Comunità europea si è impegnata a promuovere lo sviluppo sostenibile del sistema economico. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato che il Green deal, l’insieme delle iniziative politiche volte al raggiungimento della neutralità climatica europea, è per l’Europa “come lo sbarco dell’uomo sulla luna”. In agricoltura lo sviluppo sostenibile si identifica come strategia Farm to fork, finalizzata all’ottenimento di un sistema alimentare sostenibile, in grado di minimizzare l’utilizzo di agenti chimici sulle colture, di preservare la fertilità del suolo e di promuovere salute e benessere della società.

Unimer persegue da sempre la strategia Farm to fork: le matrici organiche altamente umificate dei suoi fertilizzanti, proteggendo i nutrienti, ne riducono infatti le perdite e ripristinano la sostanza organica umificata nel suolo, volano della fertilità. Oltre a preservare i suoli, l’efficienza nutritiva dei prodotti Unimer consente di ridurre il fabbisogno di unità fertilizzanti. Gli elevati standard di affidabilità e di eccellenza della concimazione così garantiti assicurano la genuinità e la sicurezza degli alimenti che arrivano sulla tavola dei consumatori.

Tra le numerose testimonianze di eccellenza della concimazione Unimer spiccano quelle relative alla coltivazione della vite, punta di diamante dell’agricoltura italiana.

Fra gli utilizzatori dei prodotti a marchio Unimer si annovera infatti La Farra, azienda vinicola immersa nel contesto delle colline di Farra di Soligo, nel cuore del Conegliano Valdobbiadene, patrimonio Unesco e dimora delle vigne volte alla produzione di Prosecco Superiore.
Siamo convinti che un ottimo vino si fa partendo da una vigna sana e in equilibrio - racconta Innocente Nardi, titolare dell’azienda - I concetti di sostanza organica e di equilibrio vegetativo sono fondamentali per produrre del vino di qualità […] la concimazione dei nostri vigneti è un aspetto fondamentale nel garantire la produzione di uve di qualità, di uve sane, frutto di un equilibrio vegetativo importante”.
Per la concimazione autunnale La Farra si è affidata a Microsol Kompost, concime organico NP in grado di apportare alla vigna i microelementi di cui necessita - boro, ferro, manganese e zinco - per mantenere un corretto equilibrio vegetativo e per favorire la giusta allegagione dei frutti.
Per la concimazione primaverile utilizza invece Azteco, concime organo-minerale NPK con calcio, che assicura alla vite la cessione graduale e prolungata degli elementi nutritivi.

Seconda testimone di eccellenza dei prodotti Unimer è Roberta Pugliese, responsabile agronomico dell’azienda San Felice, che si inserisce nel comprensorio del Chianti Classico.
L'agronoma spiega come la scelta dei prodotti Unimer sia rivolta alla protezione del suolo e nutrizione della vite: “la scelta dell’organico (Superstallatico) è perché l’alto tasso di umificazione consente una migliore struttura e difesa del suolo […] mentre il misto organico, avendo una matrice anche minerale che viene ceduta poco per volta, dà apporto diretto alla vite”.
Per la concimazione in post-raccolta, deputata alla restituzione di quanto la vite ha asportato nel ciclo colturale, l’azienda utilizza Victory S, concime organo-minerale NPK (Mg-S) 4-8-16, indicato per i vigneti meno giovani con elevato fabbisogno di potassio, e Miura S, concime organo-minerale NPK (Mg-S) 12-6-8 (2-26), adatto ai vigneti più giovani.

Unimer offre anche una linea di prodotti per l’agricoltura biologica, scelta di Luigi Piersanti dell’azienda vinicola Umani Ronchi, primaria azienda marchigiana per produzione vinicola, con 210 ettari di vigneto, di cui buona parte deputati alla produzione del Conero Riserva Docg e del Montepulciano d’Abruzzo Doc.
Nel percorso di conversione dell’azienda all’agricoltura biologica […] siamo andati a cercare un concime che ci aiutasse nel percorso della ricerca della qualità e dell’equilibrio”.

La scelta è ricaduta sull’Armony S, concime organo-minerale biologico NPK (Mg-S) 4-8-10 (2-8), dove l’azoto di origine organica viene ceduto in maniera equilibrata nell’arco della stagione.
…dopo tanti anni di utilizzo possiamo dire che la scelta è stata quanto mai azzeccata perché abbiamo raggiunto questo obiettivo della qualità" racconta Luigi Piersanti.
L’azienda utilizza anche Microlife, ammendante letame bovino ed equino con l'aggiunta di consorzio microbico, con lo scopo di migliorare le caratteristiche fisico-chimiche del suolo e riequilibrarne l'attività microbiologica.

Prodotti Unimer

Per informazioni tecniche: ufficiotecnico@unimer.it
 

Guarda le testimonianze

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 258.672 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner