Orticole: biostimolanti radicali e prodotti ad azione specifica

Soluzioni Fomet per rigenerare il terreno, incrementarne la flora microbica e avere piante che partono al meglio

Contenuto promosso da Fomet
orosoil-citoveg-serra-lattuga-fonte-fomet.png

Fonte foto: Orosoil® 15 t/ha + Citoveg® 15 kg/ha per 2 interventi

Fomet Spa ha da sempre come mission, oltre a fertilizzare e apportare elementi nutrizionali alla pianta, di ripristinare la fertilità e l’attività microbiologica del suolo. Il centro ricerche (Fomet L@b) ed il centro sperimentale (Cfpn) hanno messo a punto prodotti ad azione specifica che contrastino il sempre maggiore declino produttivo dei terreni, la loro progressiva destrutturazione e stimolino l’attività rizogenica della pianta.

A tal proposito Orosoil® è un formulato solido pellettato per agricoltura biologia e biodinamica contenente matrici organiche vegetali, sottoposte ad un processo di fermentazione per garantirne l’umificazione e l’assenza di eventuali semi infestanti. Nell’ultima fase vengono inoculate micorrize (Glomus Intraradicens) con un pool selezionato di microorganismi, tra cui sempre presente si annovera il Trichoderma spp (T). Gli inoculi vengono fatti riposare e moltiplicare all’interno di cumuli madre per poi essere trasferiti in cumuli di maggiore dimensione moltiplicando i microrganismi e le loro attività enzimatiche, che saranno poi trasferiti ai terreni in pre-lavorazione. Lo scopo finale è creare una condizione ottimale per un incremento dell’attività biologica della rizosfera ed un apparato radicale più sviluppato e più efficiente.
Orosoil® è consigliato per terreni di cui si deve rivitalizzare l’attività biologica, dopo lo scasso in terreni destinati a piantumazioni arboree, in suoli che soffrono di "stanchezza" dovuta a successione di monocoltura, in terreni sottoposti a trapianti orticoli precoci dal ciclo medio-lungo di 50-90 giorni e in situazioni in cui è necessaria una gestione integrata dell’inerbimento per sfalcio/copertura o sfalcio/sovescio (arboreti; vigneti).

Ci sono quattro innovative proposte per il post trapianto che si aggiungono alla storica gamma di prodotti fertirriganti.
  • Citoveg®: lieviti attivi sottoposti ad un processo di idrolisi enzimatica che conferiscono al prodotto la capacità di incrementare lo sviluppo delle radici primarie e secondarie della pianta. Il formulato è autorizzato in agricoltura biologica.
  • Nilofert®: acidi umici da leonardite estremamente solubili. Aumentano la capacità di scambio cationico e la struttura del suolo, veicolano in modo più efficiente gli elementi nutrizionali all’interno dell’apparato radicale.
  • Biokelp®: concentrato di alga Ecklonia maxima estratta e lavorata a freddo, ricca in fitormoni naturali con un altissimo contenuto in auxine e citochinine. Il formulato contiene zinco e manganese chelati EDTA. Biokelp® in post trapianto stimola lo sviluppo radicale e riduce lo stress. È autorizzato in agricoltura biologica.
  • Orostim®: biostimolante con il 7% di azoto organico ed il 40% di amminoacidi completamente di origine vegetale. Il prodotto ha dimostrato interessanti effetti contro lo stress salino grazie alla sua capacità osmoprotettrice. È autorizzato in agricoltura biologica.

Un altro prodotto degno di nota per il mondo orticolo da frutto è Kappabrix®. Si tratta di un formulato esclusivo che apporta potassio in forma di carbonato (20% K2O) estremamente assorbibile e una parte organica di alghe (5%) e acidi umici (10%) che provocano un effetto di stimolazione sulla pianta. Kappabrix® ha dato prova tangibile di poter uniformare e anticipare la maturazione, di aumentare la colorazione ed il grado zuccherino del frutto.

Pomodori trattati con Kappabrix
Kappabrix® 4 kg/ha per 3 interventi