Concimazione fogliare: nutrizione supplementare per risultati eccellenti

ICL fornisce preziosi suggerimenti per una corretta fertilizzazione fogliare

Contenuto promosso da ICL Italia Treviso
applicazione-fogliare-fonte-icl.jpg

Le applicazioni fogliari dovrebbero essere utilizzate come una forma di nutrizione supplementare

L'apporto di elementi nutritivi per via fogliare consiste nel nebulizzare la soluzione nutritiva su foglie e steli delle piante, al fine di una loro assimilazione.
La concimazione fogliare assicura un aumento della resa, una migliore resistenza alle patologie e ai fitosanitari, una maggiore tolleranza alla siccità ed una qualità superiore delle colture.
La risposta della pianta dipende dalla specie, dal titolo del concime, dalla concentrazione, dalla frequenza delle applicazioni e dalla fase di crescita della pianta.
Le applicazioni fogliari sono spesso programmate in modo da coincidere con specifiche fasi vegetative ed il titolo del concime viene adattato di conseguenza. La quantità di nutrienti che la pianta può assorbire per via fogliare è limitata e di solito decisamente inferiore rispetto al fabbisogno totale di elementi nutritivi.
Le applicazioni fogliari dovrebbero dunque essere utilizzate come una forma di nutrizione supplementare. Non possono sostituire la concimazione di base.


Suggerimenti per una corretta concimazione fogliare

  • Mattino presto e tarda sera sono le ore migliori per procedere, in quanto l'umidità è maggiore e le foglie sono in uno stato di pieno turgore;
  • la formazione di rugiada sulle foglie dopo l'applicazione prolunga la penetrazione degli elementi nutritivi, grazie al processo di risolubilizzazione del concime che avviene nella rugiada stessa;
  • applicare in condizioni di quasi totale assenza di vento, specialmente quando si utilizzano atomizzatori;
  • si raccomanda di irrigare le piante un giorno prima della nebulizzazione, per evitare che la pianta soffra per stress idrico;
  • evitare di applicare i prodotti prima di una pioggia (o di una irrigazione a pioggia), affinché il concime non si disperda;
  • il pH ottimale per le applicazioni fogliari è leggermente acido;
  • l'utilizzo di un adeguato agente umettante o surfattante riduce la tensione superficiale delle gocce nebulizzate, migliora la distribuzione e l'assorbimento del concime fogliare, aumenta la superficie bagnata, abbassa il rischio di bruciatura/imbrunimento delle foglie;
  • non è necessaria una particolare apparecchiatura: le soluzioni fogliari possono essere applicate utilizzando i sistemi convenzionali;
  • scegliere il volume e la pressione di applicazione più adeguati ad ogni coltura. Va usato un corretto volume di nebulizzazione per garantire la totale copertura della pianta.

Le soluzioni ICL per la concimazione fogliare 
 


Uso degli agenti umettanti nella concimazione fogliare

L'uso di agenti umettanti in concomitanza nella nutrizione fogliare ne ottimizza gli effetti:
  • riduce la tensione superficiale delle gocce nebulizzate;
  • migliora la distribuzione del concime fogliare;
  • aumenta la superficie bagnata;
  • abbassa il rischio di bruciatura/imbrunimento delle foglie;
  • migliora l'assorbimento del prodotto.

Scopri H2Flo, agente umettante studiato per uso in agricoltura

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.625 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner