Potassio e poliammine: la coppia vincente di Idro K Grena

La soluzione di Grena apporta concreti benefici alle piante soprattutto nelle fasi più delicate delle colture, come la fioritura e la maturazione dei frutti

Contenuto promosso da Grena
grena-idro-k-2020.png

Idro K di Grena, l'abbinamento di poliammine e potassio

È consentito anche in agricoltura biologica, contiene il 7% di potassio, ma è senza fosfiti né metalli pesanti.
È Idro K Grena, forte di un'elevata miscibilità associa le proprietà biostimolanti delle poliammine e le proprietà nutrizionali del potassio, elemento fondamentale nelle fasi colturali più delicate. Il potassio gioca infatti un ruolo primario nella formazione delle proteine, nelle fioriture e durante i processi di maturazione aumentando la qualità, incidendo sul gusto, colore e consistenza dei raccolti.

Le poliammine hanno invece un ruolo importante all'interno della pianta soprattutto nelle fasi di moltiplicazione cellulare e accrescimento, quindi anche nelle fasi di fioritura e di maturazione dei frutti.

Le poliammine insieme al potassio, inoltre, esaltano le risposte delle piante contro gli stress ambientali. Per tali motivi Idro K Grena rappresenta una soluzione di riferimento che può essere usata in differenti fasi fenologiche, fioritura e maturazione soprattutto, ma anche per aiutare le piante nella osmoregolazione degli stomi.

Ultimo fattore, ma non per questo meno importante, Idro K Grena è anche un valido aiuto durante la traslocazione degli assimilati zuccherini all'interno della pianta.

Idro K Grena trova un efficace impiego nelle applicazioni fogliari ma può essere usato anche in fertirrigazione mantenendo elevata la propria efficacia, legata alla rapida disponibilità dei composti organici che possono essere immediatamente assorbiti dalla pianta.

Visita il sito di Grena e scarica il depliant di Idro K Grena

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 229.903 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner