Condizioni climatiche difficili: Cifo le affronta così

I biostimolanti della linea Sinergon forniscono un supporto adeguato in caso di eventi meteo estremi che possono mettere in difficoltà l'agricoltore

Contenuto promosso da Cifo :: Cifo Professionale
ciliegio-fonte-cifo.jpg

Da Cifo una linea dedicata per combattere gli eventi climatici estremi


Bombe d’acqua, vento, grandinate, riduzione di temperatura repentina sono fenomeni sempre più frequenti nelle nostre campagne e spesso impediscono il raggiungimento di produzioni soddisfacenti causando ingenti danni economici.
Altrettanto frequentemente assistiamo a periodi di siccità, intervallati da forti temporali oppure a sbalzi di temperatura estremi.

I biostimolanti della linea Sinergon sono particolarmente indicati per fornire alle piante il supporto adeguato in previsione oppure a seguito di eventi climatici estremi.

Tutti i prodotti della linea sono ottenuti attraverso l’idrolisi enzimatica, un processo industriale innovativo che consente di ottenere catene peptidiche e amminoacidi levogiri, utilissimi per stimolare fisiologicamente la pianta in maniera diretta e che permettono lo svolgersi di due azioni cruciali, quella biostimolante e quella antistress.
La funzione biostimolante potenzia le funzioni fisiologiche utili per produrre al meglio, anche in condizioni difficili e non ottimali.
La funzione antistress si ottiene attraverso l’apporto di energia, che la pianta utilizza, ad esempio, nell’aumento di turgore cellulare.
Utilizzato quindi in maniera preventiva, la pianta si trova preparata nell’affrontare situazioni difficili.

Sinergon Bio è un biostimolante fogliare liquido utilizzabile anche in agricoltura biologica.
La sua funzione è quella di stimolare la pianta durante tutto il ciclo colturale, in modo particolare lo sviluppo della pianta e la pezzatura dei frutti.

Sinergon Plus è una specialità fogliare in formulazione liquida, che grazie alle sue componenti svolge diverse funzioni:
  • antistress da sbalzi termici e da trattamenti erbicidi
  • aumento dello stay-green
  • miglioramento del quantitativo degli antociani nella frutta.
Con il risveglio vegetativo e la ripresa dei lavori in campo, i due formulati trovano largo impiego nel predisporre le piante allo sviluppo dei germogli, all’allegagione o nell’impiego durante le operazioni di gestione delle malerbe (ad esempio nei cereali), supportando le piante durante le varie fasi delicate di sviluppo e valorizzando l’investimento dell’agricoltore.

Per maggiori informazioni visita il sito di Cifo