Organ-Lea Bio: dalla natura alla natura

Ferro-Azoto in forma organica: il prodotto in micro granuli di Lea, a rilascio graduale, è indicato su tutte le colture

Contenuto promosso da L.E.A.
campo-agricolo-agricoltura-colture-by-sondem-fotolia-750.jpeg

Altamente efficace nella concimazione invernale e primaverile (Foto di archivio)
Fonte foto: © Sondem - Fotolia

Organ-Lea Bio è un concime granulare a cessione controllata, contenente 2000 ppm di ferro organico e aminoacidi ad alta concentrazione (acido aspartico, acido glutammico, triptofano ecc.) di elevata purezza. Assicura un rilascio graduale nel terreno che permette all'apparato radicale la totale e costante assimilazione dei nutrienti durante tutto il ciclo produttivo. Il suo utilizzo è indicato su tutte le colture grazie alla elevata disponibilità di ferro (2000 ppm) e azoto organico (14%) garantendo un notevole potere nutrizionale.

Organ-Lea Bio è un prodotto sicuro dal punto di vista sanitario e fitosanitario poiché trattato termicamente secondo Regolamento CEE 1069/2009 che garantisce l'eliminazione di tutti i patogeni (bacilli, batteri, coliformi, Escherichia coli, Salmonella spp., Enterobatteriacee, virus vari, ecc.).

La sua perfetta granulometria lo rende pratico e altamente efficace nella concimazione invernale e primaverile di frutteti e vigneti, localizzato lungo la fila con normale spandiconcime.

Organ-Lea Bio in forma micro granulata su cereali e ortive si può distribuire all'atto della semina, miscelato al seme oppure localizzato nel solco (funzione starter) stimolando la radicazione.
 

I vantaggi

  • rilascio degli elementi nutritivi in perfetta e bilanciata sinergia;
  • assorbimento a cessione controllata da parte delle radici;
  • nutrimento assicurato nel tempo;
  • minor perdite di nutrienti in zone soggette a dilavamento (Direttiva Nitrati).

Visita il sito di Lea
 
ORGAN-LEA BIO concime granulare

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 222.334 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner