Campo "minato"? Metti la bandierina sul tuo raccolto!

Quando il suolo non è un ambiente sicuro per le radici, portare a termine il ciclo è un'impresa. Biolchim lancia due nuove soluzioni per garantire la produzione

Contenuto promosso da Biolchim
vhera-life-vhera-fonte-biolchim.png

Vhera Life e Vhera sono ammessi in agricoltura biologica

"Non possiamo pretendere che le cose cambino se facciamo sempre le stesse cose", diceva Albert Einstein esortando a non arrendersi di fronte alle difficoltà ma a considerarle un'opportunità dalla quale scaturiscono grandi scoperte e nuove strategie. Biolchim ha fatto propria questa filosofia e, dopo anni di studio e sperimentazione, ha lanciato Vhera Life e Vhera, un approccio completamente diverso alla problematica delle perdite produttive dovute a condizioni telluriche ostili.


Il miglior alleato della pianta

"Il problema è molto sentito", spiega Antonio Di Nardo, manager di Biolchim. "Per questo, abbiamo deciso di raccogliere la sfida e investire tempo e risorse nel progetto. Approfondendo le nostre conoscenze, ci siamo resi conto che si stava trascurando un elemento fondamentale per l'equilibrio e il benessere della pianta in condizioni del suolo sfavorevoli: il rizobioma, ossia il vasto pool di microrganismi benefici che popola la rizosfera".
Tra il rizobioma e la pianta esiste una relazione di reciproco vantaggio detta mutualismo: in cambio di depositi ed essudati radicali, il rizobioma promuove lo sviluppo e la funzionalità radicale, migliora la disponibilità di nutrienti e crea un ambiente favorevole grazie all'esclusione competitiva, ossia il meccanismo biologico in base al quale i microorganismi più forti o più numerosi consumano tutte le risorse limitando lo sviluppo di quelli più deboli.
 
Radice zucchino

"Il rizobioma è il miglior alleato della pianta anche quando sono presenti fattori di rischio tellurici, come possono essere i nematodi", prosegue Antonio di Nardo. "Per questo motivo, abbiamo cambiato approccio strategico e ci siamo focalizzati sul mutualismo tra rizobioma e pianta come mezzo per preservare l'attività vegeto-produttiva della coltura in condizioni sfavorevoli. Con Vhera Life e Vhera, Biolchim è orgogliosa di aver introdotto per la prima volta nel settore agricolo l'impiego di prebiotici e probiotici".
 
Indicazioni prodotto


Vhera Life e Vhera: bioregolatori della rizosfera

Grazie alla sinergia tra alga Macrocystis ed estratti vegetali ricchi di terpeni, Vhera Life agisce come biostimolante dello sviluppo e della funzionalità radicale e come prebiotico. Vhera Life fornisce infatti al rizobioma nutrienti specifici che ne riattivano e accelerano la crescita.
Vhera è invece un vero e proprio probiotico, poiché apporta una selezione di funghi micorrizici e rizobatteri. Vhera arricchisce, rinforza e regola il rizobioma, intensificandone l'attività a favore della pianta.

Da oggi, con Vhera Life e Vhera è possibile preservare buoni livelli di produttività e qualità anche in presenza di parassiti tellurici, rinsaldando l'alleanza vincente tra pianta e microbioma del suolo. Grazie a questa strategia, del tutto innovativa e integrabile con quelle preesistenti, la pianta può sviluppare un apparato radicale ampio e robusto, sostituire le radici malfunzionanti e mantenere una capacità di assorbimento che ne preserva lo sviluppo vegeto-produttivo ottimale nonostante le avversità. Vhera Life e Vhera sono ammessi in agricoltura biologica.
 
Prova sperimentale


Il programma di intervento

Vhera Life (prebiotico) e Vhera (probiotico) si applicano ripetutamente in fertirrigazione con le seguenti modalità:
Tabella dosi
Il numero degli interventi è definito dallo sviluppo della coltura e dalla durata del ciclo produttivo. Vhera può essere utilizzato anche nel bagno radicale pre-trapianto alla dose di 50 g/10 L.

Contatta l'ufficio agronomico Biolchim per definire la strategia migliore per il tuo impianto.